Al Liceo Augusto di Roma l’evento conclusivo dell’anno Europeo per lo Sviluppo

L’iniziativa promossa da Maeci e Miur, ospite l’attore GianMarco Tognazzi

Roma – E’ la palestra del Liceo Augusto di Roma ad ospitare l’evento conclusivo dell’anno Europeo per lo Sviluppo. L’iniziativa, promossa dalla Commissione Europea, e’ stata organizzata in Italia dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci) e da quello dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca (Miur). Dopo i saluti della dirigente, Giuseppina Rubinacci, gli interventi, tra gli altri, del viceministro del Maeci Mario Giro, di Giuseppe Pierro della Direzione generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione del Miur.

Con loro l’attore GianMarco Tognazzi, testimonial per la Rai di uno spot sulla cooperazione internazionale. Coordina la giornalista Stefania Pinna. Numerose le “iniziative e le attivita’ scolastiche sviluppate nelle scuole”, spiegano in una nota i promotori, per riflettere su “importanza del lavoro in relazione alla dignita’ dell’uomo”, “interpretare con spirito critico l’immagine dei migranti vista in Tv” ma anche riflettere sul cibo che mangiamo e la sua provenienza. Dal mese di novembre, in particolare, “65mila studenti degli istituti primari e secondari di 15 regioni d’Italia” sono stati coinvolti in quella che viene definita una “scuola di cooperazione”.

“Un’esigenza di cuore e di vita” quella che ha spinto l’attore GianMarco Tognazzi a tornare a vivere in campagna, dov’e’ cresciuto prima di vivere in citta’ per 15 anni: “ho ripreso in mano le vigne e l’oliveto. E per omaggio ho fatto una cosa per mio padre, Ugo, poi mi sono davvero appassionato, e l’esperienza e’ diventata una vera e propria azienda basata sui valori che mio padre mi aveva insegnato quando vivevamo in campagna”. Tra questi, spiega all’agenzia Dire, ci sono la “lotta allo spreco alimentare, lo sviluppo sostenibile, ma anche l’incentivazione all’istruzione e al lavoro femminile”. Sono gli stessi principi che, dichiara l’attore, lo hanno spinto a fare da testimonial nello spot Rai-Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo “La Cooperazione, il miglior investimento per il futuro”. Lo spot e’ stato presentato oggi, dallo stesso Tognazzi.

“Educare alla cooperazione per lo sviluppo e’ un compito fondamentale” per la scuola secondo la dirigente del liceo Augusto di Roma, Giuseppina Rubinacci. Nell’istituto superiore della Capitale si e’ concluso oggi l’Anno Europeo per Lo Sviluppo, con un evento a cui hanno partecipato circa 200 studenti provenienti da diverse regioni d’Italia, insieme al viceministro degli Esteri Mario Giro, a Giuseppe Pierro del Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca e all’attore GianMarco Tognazzi, testimonial del progetto con uno spot Rai – Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo. Durante l’evento sono stati presentati progetti e video realizzati congiuntamente da studenti, insegnanti e rappresentanti delle Ong all’interno delle scuole. E un pensiero e’ andato anche a Giulio Regeni, il ricercatore italiano assassinato a Il Cairo ormai due mesi fa: proprio gli studenti lo hanno ricordato durante il loro intervento, suscitando l’applauso della platea. Presentato oggi, inoltre, il progetto “Un solo mondo, un solo futuro” (www.unmondounfuturo.org) organizzato da Miur E Maeci con la collaborazione del CISV e il sostegno di diverse fondazioni private, che ha coinvolto piu’ di 65mila studenti. Proiettati anche diversi video: oltre a quelli realizzati dalle scuole sul tema dello sviluppo sostenibile, anche la clip della “Piccola Orchestra di Tor Pignattara”, composta da giovanissimi di diverse origini, accomunati dall’amore per la musica e per Roma, la loro citta’. Il liceo Augusto di Roma, ricorda la preside “ha partecipato negli anni a diverse iniziative” sul tema dello sviluppo sostenibile, coinvolgendo i ragazzi nell’attivazione di progetti e proposte come la costruzione del blog: augustoperexpo.blogspot.it.

E’ attivo da oggi il sito “lascuolanelmondo.it“. A presentarlo Giuseppe Pierro, responsabile della Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione del Miur. “Il progetto- spiega Pierro – nasce dalla collaborazione tra ministero dell’Istruzione e il ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed e’ uno strumento nuovo, pensato per le scuole. E’ un sito all’interno del quale ci saranno materiali per aiutare le scuole ad approfondire i temi della cooperazione allo sviluppo”. Grazie al progetto, secondo Pierro, “le scuole potranno confrontarsi tra di loro e scambiarsi delle buone pratiche” sul tema. A conclusione dell’Anno Europeo per lo Sviluppo, per cui il Miur ha coinvolto 550 scuole, 65mila studenti e 5000 insegnanti in percorsi di formazione specifica, Pierro afferma: “e’ stata un’esperienza talmente positiva che ci portera’ a proseguire su questa linea”.