The 100, fan sconvolti dalla morte di un altro protagonista

La terza stagione di The 100 si sta dimostrando più dura da digerire del previsto….

ATTENZIONE QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER
ROMA – La terza stagione di The 100 si sta dimostrando più dura da digerire del previsto.
Dopo la morte di Lexa (Alycia Debnam-Carey) nel 7 episodio “Thirteen”, i fan sono rimasti sconvolti dalla tragica fine di un altro personaggio principale.

the 100

Nel nono episodio della terza stagione “Stealing Fire” a morire è Lincoln (Ricky Whittle) – anche se in questo caso non era tanto questione di “se” pittosto di “quando”.

Nel mese di gennaio Whittle è stato scelto come protagonista in “American Gods”, la nuova serie drama di Starz tratto dal romanzo omonimo di Neil Gaiman, ed era quasi scontato che il suo tempo a “The 100” stesse volgendo al termine.
Anche se i fan possano aver intuito il destino di Lincoln, non lo ha reso meno doloroso: sono ugualmente rimasti sconvolti dal suo sacrificio, avvenuto due settimane dopo la morte di Lexa.

the 100

Lincoln è stato il “buon terrestre,” il Romeo per la sua Giulietta Octavia (Marie Avgeropoulos), fin dall’inizio della prima stagione.
La coppia si è scambiata un ultimo bacio prima di dirsi definitivamente addio quando Lincoln ha allontanato Octavia in sicurezza con Kane (Henry Ian Cusick) e si è consegnato a Pike ( Michael Beach) per l’esecuzione.

Tutto sommato la morte di Lincoln è onorevole, dignitosa, perfettamente in linea con il suo personaggio.

Lincoln è uscito di scena da eroe, sacrificando se stesso per salvare il suo popolo, ha avuto un momento struggente con Ottavia ed ha affrontato la morte con fierezza di fronte a Pike in procinto di giustiziarlo.

Speriamo che i prossimi episodi di The 100 non riservino ancora morti importanti.