esteri

Hostess della Air France furiose riguardo la nuova direttiva che dovranno osservare volando verso i paesi Islamici

air franceRoma – Lo staff della Air France, ha messo in piedi una vera e propria rivolta dopo che la compagnia ha invitato le sue hostess ad indossare una sciarpa o un velo in testa prima di intraprendere la tratta verso l’Iran. Dopo l’annuncio del nuovo dress code, che avrà luogo a partire dal prossimo mese in concomitanza della ripresa dei voli verso la capitale Iraniana Tehran, lo staff in rivolta, ha accusato la Air France di attaccare le libertà personali.

In una e-mail, la Air France invita le sue hostess ad indossare durante il volo pantaloni, una giacca morbida ed una sciarpa o un velo. Gruppi sindacali hanno da subito condannato fortemente il nuovo dress code e annunciato che non voleranno più a partire dal 17 aprile, giorno della riapertura dei voli verso Tehran. “Ci stanno obbligando ad indossare un simbolo di ostentazione religiosa,” ha detto il capo del sindacato, Françoise Redolfi.

“Dobbiamo lasciare che le ragazze scelgano cosa indossare. Le donne che non vogliono sottostare a questa nuova direttiva non lavoreranno su quei voli. Non sarebbe professionale tutto questo, anzi sarebbe un insulto alla dignità di ogni donna.” Christophe Pillet, della SNPNC e capo del personale della Air France, ha detto che la nuova direttiva ha creato molta confusione all’interno della compagnia e che coloro che non lo seguiranno andranno incontro a possibili sanzioni. La compagnia farà ripartire questo 17 aprile, tre voli giornalieri che partiranno da Parigi e arriveranno a Tehran, esattamente otto anni dopo la sospensione avvenuta a causa di sanzioni internazionali paralizzanti nei confronti della città Iraniana. Sanzioni, abolite lo scorso gennaio dopo che l’Iran ha accettato di ridurre il suo programma nucleare.

Fonte www.news.com.au