tech

BlackBerry ci riprova, due smartphone Android entro il 2016

BlackBerry john chenROMA – Il lupo perde il pelo ma non il vizio. È questo il proverbio che più si addice, in questo momento, alla canadese BlackBerry. Con i conti in rosso – 238 milioni di dollari, con ricavi in calo del 30 per cento – e ‘appena’ 600mila smartphone venduti nell’ultimo trimestre fiscale, l’azienda ci riprova proponendosi di immettere sul mercato, entro il 2016, due nuovi dispositivi Android.

Non si tratta, come spesso accade nel mondo della tecnologia e degli smartphone in particolare, di rumors provenienti dalla rete ma di affermazioni rilasciate da John Chen, CEO della società. Occasione per l’annuncio dei nuovi device e per un non scontato mea culpa, l’intervista rilasciata al quotidiano arabo The National. Ma partiamo dagli errori di strategia della società.

John Chen ha ammesso che BlackBerry ha sbagliato nel rilasciare il primo dei dispositivi Android collocandolo nella fascia alta, se non altissima degli smartphone. Agli appassionati del marchio, e a maggior ragione ai neofiti BlackBerry, i 700 dollari richiesti sono apparsi un po’ troppi per non dire esagerati. “Il Priv – ha spiegato Chen – è un prodotto troppo high-end ed il suo mercato di riferimento dei clienti aziendali si è fatto scoraggiare dal prezzo di cartellino oltre i 700 dollari. Il fatto che siamo usciti con uno smartphone di fascia alta (come il nostro primo dispositivo Android) probabilmente non era saggio come avrebbe dovuto essere. Molti clienti enterprise ci dicono di voler comperare i nostri smartphone ma a 700 dollari è un pò troppo caro. Siamo interessati (ora) ad un dispositivo di 400 dollari.” Il Priv, giusto ricordarlo, è stato un device ibrido con tastiera touch ma anche fisica a scomparsa. Una possibilità che, visto il numero dei ‘pezzi’ venduti, non è stata apprezzata o, per meglio dire, non è piaciuta.

I due nuovi smartphone che l’azienda si appresta a far sbarcare sul mercato portano, al momento, i nomi in codice di ‘Hamburg’ e ‘Rome’. Fascia media per entrambi, sistema Android e, soprattutto, possibilità di scegliersi la tastiera che più piace. Il primo, infatti, presenterà esclusivamente la tastiera fisica, il secondo quella full touchscreen.

Questa è al momento l'unica immagine che circola in rete sui modelli Hamburg e Rome

Questa è al momento l’unica immagine che circola in rete sui modelli Hamburg e Rome