esteri

Plagio e violazione di copyright: i Led Zeppelin in tribunale per “Stairway to Heaven”

Led Zeppelin coverROMA – Plagio e violazione di copyright: sono queste le accuse che vedranno, il prossimo 10 Maggio, i Led Zeppelin al centro di un processo che si terrà a Los Angeles. Sotto accusa uno dei loro brani più famosi: Stairway to Heaven. Pietra miliare del rock e della musica in generale, il brano sarebbe molto simile a Taurus, singolo d’esordio del 1968 degli Spirit. Secondo il giudice Gary Klausner che si è occupato di valutare il plagio, ci sarebbero sostanziali somiglianze tra i due brani, soprattutto nella parte iniziale dei due pezzi. Nel mirino soprattutto l’assolo di chitarra che Jimmy Page esegue con la sua Gibson EDS 1275 a doppio manico: “Sebbene sia vero – ha detto il giudice – che una progressione discendente di quattro accordi sia una convenzione abbastanza comune che abbonda nell’industria musicale, le similitudini qui trascendono questa struttura di base. Ciò che resta è un giudizio soggettivo riguardo ‘l’idea e sensibilità’ delle due composizioni… un compito che è più adatto a una giuria che a un giudice”.
Robert Plant e Jimmy Page, rispettivamente frontman e chitarrista della leggendaria rock band, quindi, dopo due anni di accuse, non potranno tirarsi indietro. La band non ha mancato di commentare con un semplice: “Accusa ridicola!”. L’azione per la violazione dei diritti d’autore è stata mossa da Michael Skidmore, amministratore fiduciario dell’ultimo chitarrista degli Spirit, Randy Wolfe (morto nel 1997), che rivendica i diritti d’autore per il brano. “Stairway to heaven”, capolavoro del 1971 contenuto nell’album “Led Zeppelin IV”, sarebbe stato scritto da Plant e Page in uno sperduto cottage del Galles ma non è difficile pensare che i Led Zeppelin abbiano potuto ispirarsi al brano strumentale degli Spirit. Nel caso in cui il processo finisse con esiti negativi per i Led Zeppelin, l’amministratore fiduciario potrà avere solo il 50% dei danni riportati.
“Stairway to Heaven”, però, non è la prima volta che è va sotto i riflettori. Qualche anno fa, il brano fu accusato per il suo presunto contentuto di messaggi subliminali di matrice satanica. Secondo molti, infatti, il testo, letto al contrario, sarebbe un vero e proprio inno al Re degli Inferi. Ovviamente queste accuse non hanno un fondamento ma ci fanno capire come “Stairway to Heaven” da tempo non abbia pace. Ai tempi Page commentò negando tutto e già allora sostenne la buona fede con cui fu creato il brano: “Per me è veramente triste, perché Stairway to Heaven fu scritta con le migliori intenzioni, e per quanto riguarda messaggi registrati al contrario, non è la mia idea di fare musica”.
E se fossi tu un giurato? Ascolta i brani e fai il confronto
“Stairway to Heaven” 
“Taurus”