esteri

Primo caso di richiesta di matrimonio tra gay in Cina: Il giudice nega il consenso

coppia cinese gayRoma – Un giudice, ha negato la possibilità di sposarsi ad un coppia gay in Cina, attirando centinaia di sostenitori di fronte la corte lo scorso mercoledì, in un importante momento per i diritti LGBT del paese. La corte, situata nel centro della città di Changsha, ha negato alla coppia il rilascio di un certificato di registrazione di matrimonio.

L’avvocato della coppia, Shi Fulong, ha detto che si aspettava questo tipo di rifiuto ma non così velocemente – dopo pochissime ore. “Tutto questo va contro lo spirito delle leggi della Repubblica Popolare della Cina,” ha detto Shi.

La causa, si è svolta in un momento in cui in Cina sta crescendo sempre di più la consapevolezza delle questioni riguardanti lesbiche, Gay, transgender e bisex. La Cina, non riconosce legalmente i matrimoni tra persone dello stesso sesso e alcuni funzionari del governo centrale hanno detto che la legge non cambierà molto presto. Sun, il suo partner, Hu Mingliang e il loro avvocato, sono entrati nel Palazzo di Giustizia di Changsha mercoledì mattina tra gli incitamenti e il supporto di circa 300 persone, alcune delle quali erano in attesa fuori dal Palazzo di Giustizia dalle 5 del mattino o avevano viaggiato tutta la notte dalle province limitrofe.

I funzionari della Corte hanno permesso di assistere all’udienza solamente a 100 persone. Sun, ha detto che la polizia era stata precedentemente a casa sua nel tentativo di dissuaderlo nel continuare a perseguire la causa, lasciandola però poco dopo, venendo a conoscenza della volontà dell’uomo di andare fino in fondo. “Spero di poter fare di tutto e spingermi più oltre possibile, così che le persone che vogliano fare lo stesso vedano quanto ci abbiamo provato e quali sono le possibilità,” ha detto Sun in un’intervista per l’Associated Press avvenuta la notte prima della sentenza. Mentre l’omosessualità non è illegale in Cina, il movimento LGBT è ancora alle prime armi ed è raro che una coppia omosessuale viva apertamente la loro relazione.

Fonte www.washingtonpost.com