fotogallery

RoBoHoN, da Sharp il primo smartphone robot

ROMA – Sharp ha annunciato il lancio del primo smartphone robot, in grado di parlare, ballare, rispondere a comandi vocali e proiettare film.
Si chiama RoBoHoN e debutterà in Giappone il 26 maggio prossimo ad un prezzo di 198.000 yen, pari a curca 1600 euro.

robohon

RoboHon è stato presentato ufficialmente lo scorso ottobre come un piccolo robot con sistema operativo Android 5.0 Lollipop, con riconoscimento vocale e facciale, Wi-Fi e connettività LTE, fotocamera e un proiettore incorporato.
Il robot è alto circa 19,5 cm e può ballare, camminare, stare in piedi, sedersi, leggere e rispondere ai messaggi di testo, e avvisare l’utente di notifiche in arrivo alzando le braccia.
E ovviamente, può essere utilizzao come smartphone.

RoboHon è dotato di un display touchscreen di 2 pollici sul dorso con una risoluzione di 320 x 240 ed è alimentato da un chip Qualcomm Snapdragon 400 SOC.


RoBoHon non è riuscito a reagire ai comandi vocali per due volte nel corso di una manifestazione, ma è stato in grado di avviare una chiamata vocale, leggere una e-mail a voce alta e scattare una fotografia basata su comandi vocali.

Poiché si tratta di un telefono cellulare, le persone possono inserire una scheda SIM per la connessione a reti di comunicazione mobile.
Sharp inizialmente produrrà 5.000 unità al mese, ma il colosso giapponese intende raggiungere 100.000 unità vendute nel primo anno.

Sharp sta valutando il lancio del telefono robot all’estero.

Al momento, infatti, RoboHon è disponibile solo per il pre-ordine in Giappone, dove sarà lanciato sul mercato il 26 maggio.
Al momento non ci sono dettagli per quanto riguarda il prezzo e la disponibilità del robot al di fuori del Giappone, ed è possibile che il prodotto rimarrà in esclusiva per il mercato nipponico.