attualita

Estate 2016, il trend sono le vacanze ‘active’

ROMA – Vacanze sempre più ‘movimentate’ per gli italiani. Per l’estate 2016 “CartOrange”, il più grande network di consulenti di viaggio, individua nelle “vacanze active” a base di sport ed escursioni, un vero e proprio trend. La consueta vacanza al mare, con lettino e crema solare è sempre la più gettonata da sempre. Ma, quest’anno, i viaggiatori abbineranno al relax, l’adrenalina dell’azione (strano ma vero, visto e considerato che alzarsi dal lettino rientra, per alcuni, nella categoria “sport estremo”).

Sri-Lanka-Heritage-Tour

Ecco le proposte top dell’estate 2016 selezionate dai consulenti “CartOrange”:

1. Adrenalina in Namibia con un lancio in paracadute.

2. Eco-turismo in Sri Lanka: trekking e rafting in notturna ed escursioni in canoa verso antichi templi. Lo Sri Lanka non offre solo spiagge incontaminate, ma anche un entroterra da scoprire in modo slow. Per i più temerari, è possibile fare trekking notturno con vista all’alba del Picco di Adamo.

3. Vietnam, sport e wellness nel paradiso escursionistico di Dalat. Un luogo incantato e diverso da tutti gli altri in Vietnam è Dalat, villaggio costruito a inizio ‘900 dai francesi, secondo lo stile architettonico del tempo.

4. Alaska, nella tundra con un naturalista per avvistare gli orsi. La natura dell’Alaska, può essere conosciuta meglio se accompagnati da una guida esperta.

Hawaii-ocean

5. Scoprire cultura e tradizioni delle isole Cook con il trekking a Rarotonga. I visitatori potranno avere un contatto autentico con gli usi e costumi del posto: ci si può abbandonare al relax in spiaggia o godere di un banchetto di cibi della tradizione.

6. L’Inca Trail in Perù. Un percorso spettacolare tra le vette delle Ande con destinazione finale Machu Picchu, dove si arriva all’alba, in tempo per veder sorgere il sole dall’Inti Punku. Una vacanza all’insegna del trekking alla scoperta di paesaggi naturalistici mozzafiato.

7. Hawaii in movimento, tour di Kauai e Oahu in mountain bike. Anche le Hawaii non sono solo sinonimo di mare, anzi queste isole vulcaniche, che hanno fatto da scenario a Lost, rivelano nell’entroterra delle meraviglie naturalistiche.

8. Canada, le balene si possono quasi toccare con l’escursione in kayak. Il “whale watching” è un’attività sempre molto apprezzata da grandi e piccoli, ma in Canada, a Tadoussac nel Quebec, raggiunge tutta un’altra dimensione. Guide esperte condurranno i turisti, in sicurezza, nei punti dove è più probabile vedere i cetacei. L’esperienza è adatta anche ai bambini.