attualita

Giubileo dei giovani: ragazzi in piazza per il Papa e le ragazze

ROMA – I ragazzi del Giubileo dei Giovani, previsto oggi a Roma, vengono avanti a gruppi verso la Porta Santa fermandosi di tanto in tanto per pregare e intonare canti di chiesa. Sono diverse migliaia, ma è difficile fare una stima, anche perché l’evento iniziato stamattina si prolungherà per tutta la giornata e sono previste attività religiose e culturali in vari punti della città. Il largo del Colonnato, comunque, non è stracolmo, ma i gruppi continuano ad arrivare.

giubileo giovani arrivo

Tra i giovani accorsi oggi nella Capitale ci sono ragazzini sui dieci anni, ma anche più grandi, come Andrea e Paolo, 17enni, arrivati ieri da Asti insieme alla loro parrocchia. “Ci siamo svegliati troppo presto” raccontano, in un sorriso che tradisce una serata di scherzi e risate con gli amici. “Curiosità. Io Roma l’avevo già vista, ma comunque sono esperienze nuove” Andrea motiva innanzitutto così la sua presenza all’evento che parte oggi, ma, interrogato, non manca di sottolineare la sua ammirazione per Papa Francesco: “Lo stimo moltissimo, e’ un grande esempio di quella che potrebbe essere la chiesa”.

giubileo giovani

“È un vulcano attivo, come Giovanni Paolo II- gli fa eco Paolo- dice pubblicamente quello che pensa, si impegna per il recupero degli antichi valori… predica bene e razzola bene”. Mario, 18 anni, occhiali da sole a specchio, è arrivato ieri sera dalla provincia di Napoli con il gruppo della sua parrocchia, e all’agenzia Dire “confessa”: “Siamo venuti per le ragazze, anche… abbiamo dormito in una chiesa, ‘dinto a ‘nu sacco a peluche’, perché c’è stato un problema nell’albergo a cinque stelle dove alloggiavamo- scherza, e conclude- comunque aggiungimi su facebook!”.