tech

Account Spotify a rischio, online centinaia di credenziali di accesso

spotifyROMA – Spotify non è più al sicuro. Sono centinaia le credenziali di accesso di malcapitati utenti che sono finite online nel weekend. L’elenco, pieno di dettagli, è apparso sul sito Pastebin. Sotto gli occhi di tutti, così, sono finite informazioni come email, nomi utente, password, tipo di account e tanti altri dettagli. Si pensa a una possibile violazione della sicurezza su Spotify la piattaforma di streaming online ha fin’ora negato che i suoi dati siano mai stati hackerati e dichiarato che le “informazioni utente sono al sicuro”. Non è chiaro dunque dove questi dati siano stati acquisiti dato che dai diretti interessati tutto tace: “Spotify non è stato violato e i dati dei nostri utenti si trovano al sicuro. Monitoriamo Pastebin e altri siti regolarmente. Quando notiamo credenziali di Spotify, prima verifichiamo la loro autenticità, poi nel caso avvisiamo immediatamente gli utenti interessati consigliando di cambiare la password”.

A rivelare, però, l’opera degli hacker ci ha pensato il sito TechCrunch che, pubblicando alcuni screenshot come prova, ha raccomandato a tutti gli utenti – e specialmente quelli in possesso di un account premium – di cambiare i propri dati di accesso.
Non è la prima volta che Spotify diviene bersaglio degli hacker. Per questo motivo non si può avere la certezza che la violazione di sicurezza sia recente. A tal proposito, TechCrunch ha interpellato alcuni utenti e dimostrato quanto rivelato. Una mezza dozzina di persone contattate, infatti, avrebbe rivelato di aver trovato canzoni mai inserite prima nella propria playlist, di aver trovato anomalie nell’email che serve per accedere e di aver avuto difficoltà in generale nell’accedere. In assenza di notizie certe, quindi, meglio prevenire che curare cambiando i propri dati di accesso.