scienza

La realtà virtuale potrebbe aiutare le persone paranoiche a superare le loro paure

donna paranoicaRoma – Secondo una nuova ricerca, le persone che soffrono di paranoia potrebbero riuscire a superare le loro paure grazie alla realtà virtuale. Le simulazioni virtualmente reali, possono aiutare le persone ad affrontare le loro paure e capire che le situazioni di cui si preoccupano sono in realtà molto sicure, secondo quanto riportato dai ricercatori della Oxford University.

Lo studio, portato avanti dal Medical Research Council, combina tecniche di trattamento psicologico con situazioni reali, servendosi della realtà virtuale. Tutto ciò, per ridurre la paura paranoica. Le persone che soffrono di paranoia, sono estremamente diffidenti verso le altre persone, credendo che gli altri cerchino continuamente di ferirli. Molti, si servono di comportamenti difensivi, come evitare le situazioni sociali o ridurre al minimo il contatto visivo. Queste tattiche, possono però incrementare la malattia, proprio perché i pazienti, ripetendole più volte, credono di aver evitato il ‘dolore’ usando proprio questi meccanismi.

Trenta pazienti hanno preso parte allo studio e hanno sperimentato le simulazioni di realtà virtuale, nelle quali si trovavano prima in ascensore e poi nella metro, con un numero sempre maggiore di avatars forniti dai computer. Un gruppo è stato incoraggiato ad usare le loro normali tattiche difensive, l’altro è stato spinto a lasciar andare le proprie difese, approcciandosi con i personaggi del computer. Il team di ricerca, portato avanti dal professor Daniel Freeman del dipartimento di psichiatria dell’Oxford University, ha scoperto che il secondo gruppo ha mostrato significative riduzioni nelle proprie paure dovute alla malattia – più del 50% di questi pazienti alla fine del giorno di test, non era più affetto da paranoia grave. “La paranoia, troppo spesso conduce all’isolamento, infelicità e profonda depressione. In una sola sessione di 30 minuti, i pazienti che hanno usato le giuste tecniche psicologiche hanno mostrato una maggiore riduzione della paranoia,” ha detto il professor Freeman.

Fonte home.bt.com