Ragazzo autistico lasciato solo in classe

Ragazzo autistico lasciato solo in classe

Giulio, ragazzo autistico livornese, si ritrova solo in classe, con l’insegnante di sostegno, mentre i suoi compagni sono in gita. La mamma, in lacrime, chiede chiarimenti alla preside. La storia viene alla ribalta grazie all’azione di un’amica della signora che posta su facebook quanto accaduto, ma scritto in prima persona come se fosse Giulio, che in realtà non sa scrivere a causa dell’handicap. “La mia classe è in gita, io no…peccato…qualcuno ha ritenuto che non era per me…”. Subito centinaia di persone hanno condiviso il post e si sono schierate dalla parte del ragazzo. Diversa la versione della preside che respinge le accuse e si difende dicendo di aver concordato, ad inizio anno scolastico, con la famiglia del ragazzo le uscite programmate a lui più adatte. A detta della preside la gita a Lardarello avrebbe stancato il ragazzo in quanto avrebbe occupato l’intera giornata. La mamma rimprovera alla scuola la mancata informazione. Casi del genere non sono episodi isolati. A pochi giorni di distanza un bambino autistico molisano viene escluso, ad insaputa dei genitori, da una gita scolastica.

Michela Vecchi 2 A

I.C. Pallavicini-plesso Bachelet-Roma

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it