attualita

Università. Informatica, economia e statistica per pesare l’illegalità

sant anna pisa 2ROMA – Informatica, ricerca economica e statistica collaborano per indagare la portata economica e la diffusione delle attività illegali, intrecciando i modelli e le tecniche tipiche della ricerca economica e della statistica economica con le informazioni che una disciplina relativamente giovane come la linguistica computazionale può offrire, riuscendo ad automatizzare il trattamento di big data testuali. A questo incontro tra discipline, è dedicato il progetto di ricerca tra Istat e Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna in cui si inserisce il workshop del prossimo martedì 17 maggio in programma dalle 11.30.

Turbativa d’asta negli appalti e corruzione nella Pubblica Amministrazione sono alcuni reati che interferiscono e distorcono il corretto funzionamento dei mercati. Per combattere questi reati un aiuto arriva dal ”text mining”, ovvero dalla possibilità di ricavare numeri ed estrarre informazioni significative da testi di vario genere (dagli articoli di giornale alle sentenze dei Tribunali) e permetterne un”analisi statistica.

Il workshop del 17 maggio è introdotto da Guido Rey dell”Istituto di Management della Sant’Anna di Pisa; Sergio Bolasco, docente di Statistica della Sapienza di Roma e ideatore del software TalTac2, illustra i ”Modelli di estrazione di informazioni e categorizzazione automatica di documenti”; Alessandro Lenci, docente di linguistica dell”Universita” di Pisa chiarisce il ruolo della ”Linguistica computazionale per l’analisi dei documenti della Pubblica Amministrazione”; Maria Francesca Romano dell’Istituto di Economia della Sant”Anna presenta i risultati preliminari dell’applicazione dei metodi dell”analisi testuale e statistica, effettuata con text mining, alle ”Analisi delle sentenze su turbativa d’asta, concussione e corruzione”.