tech

Google lancia Spaces: condivisione e chat in una sola applicazione

google spacesROMA – Dopo l’esperienza di Plus, Google riprova a cimentarsi con l’esperienza dei “social network” lanciando Spaces. La nuova piattaforma è un’applicazione per condividere contenuti con cerchie ristrette di utenti, integrando sia funzioni di chat di gruppo, sia la possibilità di cercare online articoli, contenuti multimediali, e di condividerli con pochi passaggi. Google Spaces, spiega la compagnia di Mountain View sul suo blog, è pensata per i “gruppi di conversazione” su argomenti specifici: dall’organizzazione di una vacanza alle discussioni di un club del libro.

“Abbiamo voluto costruire una migliore esperienza di condivisione di gruppo, così abbiamo creato una nuova applicazione chiamata ‘Spaces’ che consente alle persone di riunire rapidamente alcuni dei propri contatti per discutere di qualunque argomento”, hanno detto i creatori della nuova applicazione. Un progetto simile a Google + per intenderci quindi, ma che va oltre, poggiando su chat tematiche che possono interessare un gruppo specifico di utenti. Spaces, in pratica, è incentrato sull’interazione mediante le dinamiche tipiche delle applicazioni di messaggistica ma, a differenza di un social network, non consente di ricercare amici, accedere alla bacheca altrui o altro. È un servizio per coloro che vogliono tenere i propri contenuti racchiusi in uno spazio personale. Fornendo il proprio url gli utenti iscritti potranno accedervi e condividere.

All’interno di Google Spaces, senza dover aprire altre applicazioni o visitare altri siti, gli utenti potranno effettuare una ricerca online tramite le piattaforme Google Search, YouTube e Chrome, e condividerne istantaneamente i risultati con gli altri membri del gruppo. Questi a loro volta verranno avvisati con notifiche dei nuovi contributi. Un po’ come una chat collettiva, ma con il vantaggio di non dover mai uscire dall’applicazione per cercare o per accedere ai link o a foto e video condivisi. Possibile sarà, poi, anche effettuare una ricerca interna per ritrovare contenuti condivisi in precedenza. Si può creare uno “spazio” su qualsiasi argomento, spiega Google, e si possono invitare i partecipanti tramite messaggi, e-mail o social network.

Il sito ufficiale https://get.google.com/spaces/ è già online in Italia ma il servizio non risulta ancora completamente attivo dato che il servizio è in fase di rilascio come applicazione per dispositivi Android, iOS e anche in versione desktop e per il “mobile web. Google testerà Spaces domani in occasione della conferenza per gli sviluppatori al via a Mountain View, per la condivisione di contenuti relativi a sessioni dell’evento.