fotogallery

Meteora illumina il cielo di Portland – VIDEO

ROMA – Per pochi istanti, il cielo di Portland si è illuminato dando vita ad uno spettacolo mozzafiato.
Una grande meteora ha squarciato la notte, originando un improvviso lampo di luce intorno alle 12:50 a.m. (ora locale) di martedì 17 maggio.

Il sergente di polizia di Portland Tim Farris era di pattuglia quando è stato testimone della spettacolare striscia di fuoco che ha illuminato il cielo notturno.

Farris era appostato di fronte all’autovelox, ma mai si sarebbe aspettato che la telecamera avrebbe immortalato una palla di fuoco al posto di automobilisti imprudenti.

L’American Meteor Society ha condiviso il video della polizia di Portland sul proprio sito web, generando così tanto traffico che, a quanto pare, ha mandato il sito in crash.
Una mappa pubblicata dalla società ha mostrato diverse segnalazioni di avvistamenti di meteore in tutto il Nord-Est americano, ma la maggior parte si è verificata lungo la costa del Maine, New Hampshire, Massachusetts e Connecticut.
Un totale di 516 avvistamenti dal Canada al New Jersey sono stati segnalati lo stesso 17 maggio.

Una meteora è il lampo di luce emessa da un piccolo pezzo di detriti interplanetari, o meteoroide, che brucia durante il passaggio attraverso l’atmosfera terrestre.
Un meteoroide che sopravvive al suo passaggio attraverso l’atmosfera e colpisce il suolo è un meteorite.

La maggior parte delle meteore diventano visibili durante il passaggio attraverso la regione dell’atmosfera chiamato termosfera.
Questa “regione meteorica” è tra gli 80 e i 120 km di altitudine.
La maggior parte dei meteoroidi, che possono variare nel formato, entra nell’atmosfera a velocità che vanno dai 40.000 kh a 260.000 kh.

Diverse migliaia di meteore bruciano nell’atmosfera terrestre ogni giorno, ma la stragrande maggioranza si verifica sui cieli degli oceani o in aree disabitate e molto spesso sono mascherate dalla luce del giorno.

meteora portland

Nel 2013, sui cieli di Chelyabinsk, in Russia, esplose una meteora che produsse una luce 30 volte più luminosa del Sole, con la forza di 40 bombe atomiche di Hiroshima.
Le analisi degli scienziati confermarono che si trattava della più grande meteora del secolo.

Lo scorso 6 febbraio 2016, invece, una grande meteora è riuscita ad attraversare l’atmosfera terrestre, esplodendo in aria circa 1000 km al largo delle coste del Brasile, nell’Atlantico.
Dall’esplosione è stata rilasciata energia equivalente a 13.000 tonnellate di TNT, la stessa prodotta dalla prima arma atomica che distrusse Hiroshima nel 1945.
Secondo le stime della NASA, la roccia spaziale non era più larga di 7 metri.