tech

Ebay, da oggi si acquista tramite la realtà virtuale

ROMA – Ebay scommette sulla realtà virtuale. In Australia è stato, infatti, lanciato il negozio virtuale in collaborazione con la catena Myer. Gli acquirenti potranno fare compere semplicemente indossando un visore VR come come Gear Vr di Samsung o il Carboard di Google, selezionando i prodotti con uno sguardo e metterli nel proprio carrello grazie a un semplice movimento della testa. L’azienda ha ideato il sistema “Ebay Sight Search“, sostanzialmente gli utenti mirano ad un oggetto e per selezionarlo devono rimanere fermi su di esso per un certo numero di secondi. Poi, basta pagare e aspettare che i prodotti scelti arrivino a casa. Il negozio di e-commerce è il primo che sperimenta questo tipo di acquisto online e tramite un’apposita app pensata per IOS e Android. Il software riproduce scaffali, corsie, prodotti in vendita e potrà in futuro consentire un alto grado di interazione, anche vocale, tra l’utente che indossa il visore e un assistente personale “intelligente”.

ebay-e-myer-shopping-VR

Ebay – grazie a Myer – sarà in grado di offrire più di 12,000 prodotti, tutti visionabili comodamente sul proprio divano su un catalogo online. Abbigliamento, elettrodomestici e chi più ne ha più ne metta. Un’offerta enorme, insomma, per tutti i gusti. Mano a mano che si procede con la navigazione, un algoritmo studia le preferenze dei clienti per presentare prodotti che potrebbero maggiormente interessare.

Per festeggiare il debutto di questo negozio, eBay e Myer hanno regalato agli utenti venti mila “shopticals“, sostanzialmente dei visori per la realtà virtuale simili a Google Cardboard.

“Crediamo che il prossimo canale per vendita al dettaglio sarà il virtuale”, ha detto Steve Brennen, senior director del marketing e dell’innovazione per la vendita al dettaglio di eBay.

“Vogliamo vedere come rispondono i clienti e poi vogliamo adattare (l’esperienza) e portarla al livello successivo. – ha continuato Brennen – È abbastanza chiaro che è un assaggio… ma stiamo gettando le basi di come il mondo commerciale virtuale sarà nei prossimi due anni”. L’Australia è quindi solo un assaggio di quello che sarà, una sorta di test. In futuro, anche in Italia si potranno fare acquisti tramite la realtà virtuale.