attualita

23 maggio, le scuole ricordano Falcone e Borsellino

ROMA – Saranno cinquantamila gli studenti di tutta Italia, uniti in un unico coro per la legalità e contro le mafie. Domani in occasione del XXIV anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio la scuola italiana prenderà parte alle iniziative organizzate dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e dalla Direzione Generale per lo studente del MIUR per ribadire il loro impegno per la legalità e per la lotta alla criminalità organizzata.

palermo chiama italia

In ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e degli agenti delle loro scorte, le città di Palermo, Milano, Gattatico (RE), Firenze, Napoli, Roma, Pescara, Bari e Barile (PZ) saranno invase da una marea colorata che “occuperà” piazze e luoghi simbolo della lotta alla mafia. Come di consueto dunque la scuola è presente, come 24 anni fa quando giovanissimi palermitani e non solo risposero alle stragi mafiose appendendo lenzuola bianche alle finestre.

Dal 1992 a oggi la presenza e l’impegno di studenti e insegnanti sono cresciuti. Ogni anno tutto il Paese si ferma, anzi si muove, per ricordare chi ha perso la vita per una causa di giustizia e libertà. Un’iniziativa che ha preso piede dal basso con le scuole palermitane che insieme alla Fondazione Falcone – guidata dalla sorella del giudice – e poi con la collaborazione e il sostegno del ministero dell’istruzione è arrivata a coinvolgere tutto il territorio nazionale.

falconeborsellino

Negli anni l’evento è diventato un appuntamento fisso, un momento di condivisione del lungo percorso che accompagna le scuole alla celebrazione del 23 maggio. Durante tutto l’anno infatti le istituzioni scolastiche lavorano nelle loro aule sui temi cardine di “Palermo chiama Italia” – questo il nome dell’evento – come legalità, giustizia, partecipazione, diritti, libertà. Un lavoro quotidiano – realizzato anche grazie a un bando di concorso promosso ogni anno dalla Dg per lo studente del Miur insieme alla Fondazione Falcone – che vede alunni e insegnanti impegnati nella realizzare di progetti che verranno poi premiati durante la giornata.

Palermo negli anni passati è stata il luogo simbolo dell’evento: per anni bambini e ragazzi di tutta Italia raggiungevano il capoluogo siciliano prima con il treno poi con la “Nave della legalità”. Un viaggio formativo che simbolicamente univa tutto il Paese fino ad arrivare nel porto palermitano. Dall’anno scorso la nave è stata sostituita da un progetto più ambizioso: far sì che il 23 maggio, in ogni angolo di Italia, si possa ricordare il sacrificio di giudici come Falcone e Borsellino e degli uomini delle loro scorte che hanno perso la vita nel comune desiderio di combattere uno dei grandi mali della nostra nazione.

Per questo “Palermo chiama Italia”, e come l’anno scorso l’Italia risponderà. Diregiovani.it sarà domani nelle diverse piazze italiane per seguire da vicino gli eventi previsti nelle varie città:

Bari – A Catino, una delle zone della città maggiormente disagiate, presso il Giardino ‘Peppino Impastato’, si susseguiranno momenti di musica ed interventi di personalità della società civile e magistrati come Marco Guida.

Gattatico (Reggio Emilia) – Manifestazione presso Casa Cervi, per unire la resistenza al nazifascismo alla resistenza alle mafie, legame ancora più opportuno dopo le ultime operazioni contro la presenza locale della ‘ndrangheta. Parteciperà all’iniziativa Raffaele Ruberto, prefetto di Reggio Emilia.

Firenze – Presso lo Spazio Reale di Campi Bisenzio la giornata vedrà, oltre all’esibizione degli studenti, l’intervento di Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell’Associazione di Via de’ Georgofili, e del Sostituto Procuratore della Repubblica Laura Canovai.

Napoli – In Piazza Municipio, dove c’è dal 1997 un Albero Falcone e da poco è stata posta una lapide in ricordo di tutte le vittime del 1992, è previsto il contributo del Presidente della Giunta Distrettuale dell’Associazione Nazionale Magistrati Antonio D’Amato e del Procuratore di Napoli Giovanni Colangelo. Si esibirà inoltre il Coro Giovanile del San Carlo.

Pescara – Il Palazzetto ‘Giovanni Paolo II’ ospitera’ la manifestazione che vedra’ l’esibizione dell’orchestra del Conservatorio. Saranno presenti esponenti del mondo del giornalismo, atleti e paratleti. Tra gli ospiti, Marco Alessandrini (figlio del giudice assassinato) e il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini.

Milano – La manifestazione avra’ luogo presso l’Universita’ degli Studi, grazie alla collaborazione dell’Associazione Libera, e vedra’ la presenza del magistrato Donata Patricia Costa della Procura della Repubblica di Milano.

Barile (PZ) – Allo Stadio Comunale, manifestazione ispirata a Pier Paolo Pasolini che scelse questo luogo per girare alcune delle scene del film ‘Il Vangelo secondo Matteo’. Tra gli interventi e’ prevista la presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica Salvatore Colella.

Roma – Alla Casa del Jazz, giornata all’insegna della musica. Durante la manifestazione, oltre ad artisti di fama, si esibiranno i finalisti del concorso indetto per le scuole e i gruppi musicali studenteschi ‘Un brano contro le Mafie’. Tra gli ospiti sono previsti gli interventi del Prefetto Francesco Paolo Tronca, del magistrato Alfonso Sabella e del Consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura Luca Palamara. Sara’ inoltre esposta la mostra realizzata in collaborazione tra Miur e Ansa su Falcone e Borsellino. P

Palermo – La mattina evento in diretta su Rai Uno, a partire dalle 9.45, presso l’Aula Bunker del carcere dell’Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso contro l’organizzazione Cosa Nostra. Nel pomeriggio, tra le 15.30 e le 16.30, partiranno i due cortei: uno dall’Aula Bunker e l’altro da Via d’Amelio. Entrambi i cortei si ritroveranno sotto l’Albero Falcone in Via Notarbartolo per celebrare il momento del Silenzio suonato dalla Polizia di Stato alle 17.58, ora della strage. Sul palco, oltre alle principali autorita’ delle Istituzioni, anche artisti come Lorenzo Fragola, Gio’ Sada & BSS, Davide Shorty e Roberto Lipari. Presso l’Aula Magna delle Scuole Giuridiche, economiche e sociali dell’Universita’ di Palermo, alle 10.30, si terra’ infine un incontro congiunto promosso da tutte le associazioni universitarie per presentare il protocollo d’intesa tra Miur-Fondazione Falcone-Crui-CNSU.