La palla magica della pallavolo

La palla magica della pallavolo

 

C’erano una volta due giovani ragazze di nome Kelly e Jessica che vivevano a Clocking. A loro piaceva moltissimo giocare a pallavolo, ma il loro papà non era d’accordo.

Un giorno le due ragazze chiesero al papà:” Papà, possiamo giocare a pallavolo?” Ma il papà rispose loro di no.

Allora decisero di cercare un posto nascosto dove poter giocare pallavolo lo stesso.

Così si nascosero in una grande grotta illuminata dal sole.

Appena entrate trovarono uno scrigno, lo aprirono e dentro ci trovarono una palla. Cominciarono a giocare a pallavolo e al quindicesimo passaggio, la palla come per magia si illuminò e le teletrasportò in un campo di pallavolo gremito di spettatori.

Le due ragazze non capivano cosa era successo e non sapendo cosa fare si misero a giocare.

Vinsero tutte le partite e diventarono le campionesse della città.

Nel frattempo il papà, preoccupato perché non vedeva le figlie da qualche giorno, decise di andare a vedere una partita di pallavolo sperando di trovarle.

Alla fine della partita si accorse che in campo giocavano le sue figlie e così le chiamò.

Il papà disse loro che non dovevano più disubbidirgli e di smettere di giocare a pallavolo.

Le ragazze raccontarono al papà che erano diventate delle campionesse e quindi il papà decise di lasciarle giocare ma a una condizione: “Non dovrete più raccontare bugie!”

Le ragazze promisero e per diventare sempre più brave decisero di allenarsi ogni giorno nella grotta e non raccontarono mai a nessuno il loro segreto.

Sara Laconi, Barbara Guglielmi, Matteo Luongo

classe IVC

scuola primaria U. Saba

I.C. Roiano-Gretta Trieste

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it