music and future

Con “La Terza Guerra” Mimosa canta le donne del nuovo millennio

ROMA –  Un nome dolce accompagnato da un viso d’angelo, ma l’apparenza inganna. Mimosa Campironi, classe 1986, in realtà è una persona forte e determinata a tratti ‘aggressiva’ con le idee ben chiare sul “cosa voglio fare da grande”. Un’artista completa, in grado di farsi strada nel mondo della musica e in quello del teatro.

Nello studio di Diregiovani, Mimosa ha raccontato del suo secondo singolo “Fame d’aria”, uscito da pochi giorni, accompagnato da un video che lei definisce “la canzone dei fantasmi”. Un percorso, il suo, basato su tanta gavetta e musica vera, quella fatta nei locali di Roma girati ‘senza meta’, sera dopo sera e sostenuta dai fan, sia moralmente che economicamente. Sì, perché, per produrre il suo primo disco “La Terza Guerra”, Mimosa si è affidata al crowdfunding e all’aiuto di chi ha creduto in lei.

mimosa 1

Anticipato dal primo singolo “Terza guerra” l’ album , uscito lo scorso 25 settembre e prodotto artisticamente da Leo Pari per la Gas Vintage records, racconta storie sulle donne del nuovo millennio. Nelle undici tracce viene affrontato anche il tema della violenza ai danni del gentil sesso nel brano  “Non ero io”, molto sentito da Mimosa: “Penso che nell’amore ci sia sempre un rapporto sottile per cui le responsabilità sono sempre due. Quando succedono questi episodi di violenza invece non ci sono scuse. Quello che mi colpisce delle donne che hanno subito violenza è che non riescono ad uscire da questo vortice della mente per cui in realtà si pensa di essere colpevoli”.

Alla domanda se i talent servano o meno, la cantante risponde: “Ci sono tante strade e ogni artista ha la sua”. Un percorso intrapreso inizialmente anche da lei, ma che non ha portato i frutti sperati, spronandola a provare altre vie, quelle ‘giuste’.

L’ultimo traguardo raggiunto da Mimosa in ambito musicale è stata la scelta di MTV di candidarla agli MTV Award nella categoria New Generation. Queste le motivazioni della scelta:

E’ dirompente e dolce, aggressiva e romantica, ha una personalità che non passa inosservata. E’ Donna, in tutte le sfumature possibili: il suo stesso nome ne è omaggio e le sue canzoni ne sono espressione naturale. “Terza guerra” è una delle sue donne: veloce, ritmata, tagliente, ossessiva, coraggiosa, bellissima. E’ un colpo al cuore, ma anche una boccata d’aria fresca dal profumo pop.

 

Successi in musica che si vanno ad aggiungere a quelli teatrali: Mimosa ha interpretato Giulietta al Globe Theatre di Roma nel “Romeo e Giulietta“ di Gigi Proietti per il quale ha scritto con l’attore un brano e poi, ancora, i film ‘Sfiorarsi’, ‘Nessuna qualità agli eroi’ , ‘L’imbroglio nel lenzuolo’ e le fiction ‘Incantesimo’, ‘Rex’, ‘Nero Wolfe’ e ‘Amanda Knox: murder on trial in Italy’. Un amore quello per il canto e la recitazione che la rendono come dice lei un “ibrido” perché, ammette scherzando: “due lavori precari ne fanno uno”.