fotogallery

C’è un fantasma in Campidoglio: Ghost Hunters convocati a Palazzo Senatorio

“C’E’ UN FANTASMA IN CAMPIDOGLIO, LA FIGURA SPETTRALE DI UN FRATE MURATO VIVO PERCHE’ COLTO IN ATTEGGIAMENTI INTIMI. SIAMO STATI CHIAMATI DAI DIPENDENTI CHE LAVORANDO A PALAZZO SENATORIO LO HANNO VISTO PIU’ VOLTE”, DICE A RADIO CUSANO CAMPUS IL GHOST HUNTER DANIELE CIPRIANI

fantasma_in_campidoglioROMA – Dopo le oche, in Campidoglio arrivano i fantasmi.

Daniele Cipriani di Ghost Hunters Roma, associazione di Ricerca Scientifica che indaga fenomeni paranormali, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Cipriani ha spiegato qual è la sua attività: “Non sono un acchiappa fantasmi, questa espressione è fuorviante. Facciamo a tutti gli effetti ricerca scientifica, la nostra associazione nasce con lo scopo di indagare e studiare i fenomeni paranormali, lo facciamo con strumentazione scientifica e sempre gratuitamente. Di questi fenomeni si parla poco e in modo troppo leggera, ma esistono e avvengono giornalmente, noi riceviamo una media di due o tre chiamate a settimana”.

Il Fantasma del Campidoglio

“Nel 2012 siamo intervenuti a Palazzo Senatorio, in Campidoglio. Abbiamo avuto la fortuna e l’onore di fare delle ricerche, siamo stati contattati dal personale che lavora all’interno del Campidoglio, dove molti dipendenti avevano visto qualcosa di strano, soprattutto i vigili urbani che poi ci hanno accolto vedevano il passaggio di una figura non definita. E’ successo più volte, succedeva spesso e accadeva di notte. E c’erano anche litigi tra di loro, che non volevano fare le ronde notturne. In effetti con i nostri strumenti abbiamo scoperto la figura spettrale di un frate che gironzola nel Campidoglio. Una figura che vaga, come un’immagine impressa in una lastra, che rimane lì e con la quale è impossibile di comunicare. E’ stato semplice capire chi fosse. La leggenda era già conosciuta, si parlava di questo frate che era stato colto in atteggiamenti intimi e quindi murato vivo”.

La leggenda del frate

E’ da mezzo secolo che circolano voci sulla presenza di un fantasma in Campidoglio.
Ad aggirarsi a Palazzo Senatorio sia lo spirito tormentato di un frate, reo di aver consumato un rapporto con la moglie comandante della guarnigione capitolina nel Medioevo.
Colto sul fatto, sarebbe stato murato vivo nella torre di Niccolò V.
Da allora il suo spirito vaga tra le mura di Palazzo Senatorio.

Il frate fantasma è stato “avvistato” più volte nel corso degli anni, in particolare nell’ultima decade.
E non solo.
In molti hanno notato strani episodi al limite del paranormale, come porte che si aprivano da sole, rumori e voci.

La prova fotografica e termica

Nel dicembre del 2011, i Ghostbusters Roma sono stati chiamati per studiare i fenomeni legati alla misteriosa presenza.
Dopo due notti trascorse in Campidoglio, il team è riuscito a catturare l’immagine del fantasma grazie alla fotografia termica.
Nello scatto, realizzato nella Sala della Musica, appare una silhouette umana con indosso una mantella.

fantasma_in_campidoglio

Inoltre, la figura risultava più calda di 6 gradi rispetto all’ambiente esterno.