pokemon go

Pokémon GO “rapina” 11 persone: il caso del Team Rocket

Pokémon Go utilizzato per rapinare: accade negli USA dove una baby gang composta da tre adolescenti ha usato l’app di Nintendo come esca per ignari giocatori

ROMA – E’ esploso in tutto il mondo il fenomeno Pokémon GO.
L’applicazione di realtà aumentata per smartphone rilasciata da Nintendo e Niantic Labs ha mandato in tilt i server su cui è appoggiata, ha quasi raggiunto Twitter come numero di utenti, e sta monopolizzando i media internazionali.
Tutto questo, senza aver raggiunto ancora – ufficialmente – l’Europa.
E mentre il mondo si diverte ad acchiappare i mostriciattoli virtuali, c’è anche chi ha trovato un modo per guadagnare soldi… rubando.

pokemon go rapina team rocket

Pokémon Go utilizzato per rapinare 11 persone: colpa del “Team Rocket”

E’ successo negli USA, dove Pokémon GO è già stato rilasciato.
A pochi giorni dal lancio americano, una baby gang ha utilizzato l’app per estorcere denaro.
Grazie al gioco, un gruppo di tre giovani tra i 17 e i 18 anni armati di pistola, ha attirato e rapinato 11 persone.
La banda è stata soprannominata Team Rocket, come l’ominma organizzazione criminale del mondo dei Pokémon.

pokémon go cadaverePokémon GO come esca

Per il gruppo di giovani criminali derubare i poveri malcapitati è stato semplice.
Con Pokémon GO è possibile cercare di catturare i Pokémon nella realtà, anche aiutati da altri giocatori.
Si possono creare team e squadre per cercare di acchiappare un mostriciattolo, che può trovarsi in luoghi pubblici, dietro casa, ma anche in aree appartate e buie.
Per questo il Team Rocket non ha fatto altro che seguire le regole del gioco: ha attesso in un luogo d’interesse appartato l’arrivo di qualche giocatore a caccia di Pokémon.
Così, i giovani criminali, hanno derubato 11 persone, minacciandoli con la pistola.

Per lo stesso motivo con cui Pokémon GO è diventato strumento dei ladri, le autorità temono che i pedofoli possano utilizzare l’app per adescare minori.

L’arresto del Team Rocket

Non ha dovuto invece utilizzare Pokémon GO la polizia di O’Fallon, Missouri, che è riuscita a fermare il “Team Rocket”.

Shane Michael Backer, 18 anni, Brett William Miller, 17 anni, e Jamine James D. Warner, 18 anni, sono stati accusati di rapina di primo grado e azioni criminali in possesso di armi.