attualita

Tragedia Puglia: il dolore degli artisti italiani

tragedia_pugliaROMA – Si continua a scavare tra le lamiere e i resti dei due treni scontratesi in Puglia, tra Andria e Corato. E mentre cresce il numero delle vittime e dei feriti, l’Italia piange. Il Bel Paese si dispera, si prende le colpe e corre a donare più sangue possibile per salvare chi si può. E mentre tutto accade anche gli artisti italiani e pugliesi piangono per la tragedia ed esprimono il loro dolore attraverso i social.

Tragedia Puglia, Giuliano Sangiorgi: “Il cuore è sospeso, come se non lo sentissi più battere”

Uno dei primi a commentare la tragedia pugliese è stato Giuliano Sangiorgi. Originario di Nardò in provincia di Lecce, il cantante dei Negramaro ha scritto su Facebook un post pieno di dolore:

“Sono su un treno qualunque che mi porterà verso giorni di musica e bellezza. Ma oggi il cuore è sospeso. Come se non lo sentissi più battere. Sento solo il suono delle rotaie che mi porta altrove…nella mia terra. Oggi l’oro perlato degli ulivi si è tinto di rosso. Ogni pensiero è rivolto a quelle persone che hanno perso la vita su un binario che taglia in due la Puglia e da oggi… anche l’anima di tutti noi. G.”

Addolorato anche il pugliese Lino Banfi:

“Sono vicino con tutto il cuore ai miei concittadini che stanno vivendo questa tragedia”

Tragedia Puglia: il commento critico di Roberto Saviano

Più critico, invece, il commento dello scrittore Roberto Saviano che ha sottolineato come il sud sia stato abbandonato e trascurato in qualche modo, prediligendo il progresso in altre regioni italiane.

“Il Presidente del Consiglio dice che cercherà i responsabili dell’incidente ferroviario di Barletta, credo che quelli dovrebbe individuarli la magistratura. A Renzi spetterebbe il compito di rendere il servizio ferroviario dignitoso, un servizio che è abbandonato, trascurato, sottodimensionato. Muoversi in Puglia, in Calabria, in Campania, in Basilicata, in Sicilia è un’impresa da avventurieri”

Dello stesso parere anche l’attore Alessandro Gassmann:

“Quei due treni non si sarebbero scontrati se anche il meridione avesse le infrastrutture che ha il resto del paese. Promesse, promesse…”

Mentre le colpe si rincorrono, continuano le indagini. È stata trovata la scorsa notte la scatola nera che accerterà o almeno darà qualche indizio in più per capire le cause e le modalità dell’incidente. Nel frattempo, la regione Puglia chiede a tutte “le persone di buona salute” di dare il loro aiuto donando il sangue. In questa situazione di emergenza assoluta, tutti i servizi trasfusionali del territorio rimarranno aperti anche oggi dalle 8 alle 19. Si invita, quindi, associazioni e federazioni donatori alla massima collaborazione e “i cittadini pugliesi” a raggiungere i servizi trasfusionali per garantire una continua “disponibilità di sangue”.