ambiente

Il primo aereo alimentato dal tabacco è italiano ma volerà in Sudafrica

aereo_saaROMA – Il 15 luglio in Sudafrica volerà per la prima volta un aereo alimentato da semi di tabacco. Ad inventare il modo per estrarre carburante da questa pianta, è stata l’azienda italiana Sunchem.

Con l’assistenza dell’Università cattolica di Piacenza nel 2007, la Sunchem aveva brevettato un modo per estrarre carburante dal tabacco e 4 anni dopo, ha ottenuto il seme Solaris, senza nicotina e non ogm.

Aereo alimentato a tabacco: il volo il 15 luglio

Da lì in poi l’azienda ha sperimentato la tecnologia in Italia, Brasile, Stati Uniti e Sudafrica. Dopodomani, il 15 luglio, un aereo di linea SAA(compagnia Sudafricana) volerà da Johannesburg a Città del Capo (due delle tre capitali della nazione) alimentato per il 50% da biocarburante estratto dal seme di tabacco Solaris.

Il direttore operativo di Sunchem, Sergio Tommasini, ha dichiarato che l’azienda cercherà di trovare accordi con per lo sfruttamento dei biocarburanti con Eni, Boeing Italia, Alitalia e Delta Fina.