pokemon go

Pokémon GO, arriva la prima multa in Italia

Pokémon GO multa da 210 euro per due giovani italiani: succede a Padova, dove la bricconata è diventata un record

multa da pokemon goROMA – Arriva anche in Italia la prima multa da Pokémon GO.
E’ successo a Padova, dove due giovani “allenatori” hanno deciso di andare a caccia di Pikachu & co alle 5 del mattino.
Arturo e Marcello, due studenti universitari rispettivamente di 20 e 19 anni, sono montati in sella al motorino, e con lo smartphone in mano e senza documenti, hanno acchiappato un bel bottino di Pokémon.
Peccato però che la bravata non sia sfuggita ai carabinieri di Prato della Valle.
E così i due giovani hanno ricevuto la prima multa in Italia da Pokémon GO.
Un primato costato 210 euro.

“Ci siamo svegliati alle cinque per andare a caccia di Pokémon perché a quell’ora c’è meno gente in giro e si gioca meglio” – acconta Arturo a Mattino Padova – “Il nostro obiettivo era quello di andare a conquistare le palestre. Mi sono dimenticato sia dell’assicurazione che della patente perché mi sono svegliato alle 5 per cercare i Pokémon.”

pokemon go multa

Pokémon Go multa da 210 euro per Marcello e Arturo

Marcello e Arturo giocano a Pokémon GO dal primo rilascio “ufficioso” dello scorso 7 luglio e da allora hanno raggiunto il livello 21.
E la mattina presto è uno dei momenti migliori per fare incetta di Pokémon.

“Eravamo liberi di muoverci come volevamo, ai 10-15 all’ora, senza pericoli di auto e traffico. Forse ci siamo fatti prendere un po’ troppo e alle 8, quando più di qualcuno si era messo in strada, i carabinieri ci hanno notati e ci hanno fermato”.

Una bricconata da record, che probabilmente non sarà l’ultima in Italia.

“Non ci eravamo proprio resi conto di essere in quella situazione: diciamo che ci siamo fatti prendere un po’ troppo dalla caccia. I carabinieri sono inizialmente parsi molto diffidenti e severi, poi quando abbiamo spiegato che eravamo a caccia di Pokémon si sono quasi messi a ridere”.

Il fenomeno Pokémon GO è in aumento e non accenna ad arrestarsi.
L’episodio di Marcello e Arturo è l’apripista di una serie di eventi molto simili che con molta probabilità si verificheranno da adesso in poi.
La paura diffusa, però, è che la prossima volta possa trattarsi di un incidente grave.

La raccomandazione per tutti i giocatori di Pokémon GO è una e vale per tutti: non infrangete la legge e fate sempre attenzione all’ambiente circostante.