tech

Future Bus, da Mercedes il primo bus con il pilota automatico

future-bus_2ROMA – Non ci siamo ancora abituati all’idea delle auto a guida autonoma che, ecco spuntare sulle strade cittadine un bus in grado di autogovernarsi. Palcoscenico della nuova avventura l’asfalto di Amsterdam.

Future Bus, la prova su strada

Si chiama Future Bus la creatura nata in casa Daimler. Un autobus a guida autonoma dove uomo e intelligenze artificiale, in questo caso il sistema CityPilot, convivono e collaborano per una confortevole esperienza di guida. Il bus è stato provato sulle strade di Amsterdam, città che dispone di carreggiate dedicate alla circolazione dei mezzi pubblici, su un percorso lungo 20 chilometri.

Future Bus, come funziona

Il bus Daimler Mercedes è un vero e proprio gioiello di tecnologia. L’autobus è in grado di ‘leggere’ la strada e se questa si presta alla guida autonoma lo segnala all’autista. A questo punto, proprio come accade negli aerei, il guidatore non deve fare altro che attivare il CityPilot. Da questo momento in poi non dovrà fare alcuna manovra. Il Future Bus continuerà la sua corsa in perfetta autonomia. La novità del CityPilot è nel fatto che l’autista può disattivarlo in qualsiasi momento inforcando il volante o premendo uno dei pedali. L’autista che guarda la strada può, quindi, prendere i comandi in qualsiasi momento dinanzi ad un pericolo o ad una qualunque anomalia.

Future Bus, tecnologia degna di un’astronave

Radar a corto e lungo raggi, sistema di navigazione satellitare, un numero spropositato di telecamere in grado di vedere e decifrare il panorama che circonda il mezzo in movimento. Future Bus è anche in grado di leggere i semafori e accorgersi degli attraversamenti pedonali. La sua marcia è segnalata da due spie bianche presenti sul cruscotto, luci che diventano rosse quando il mezzo decide di decelerare, per qualsiasi motivo o solo per aver raggiunto la meta finale del suo percorso, fino a fermarsi. L’autobus riconosce, infine, il tipo di strada che si percorre, urbano o extraurbano, e adegua automaticamente la velocità di crociera. Con la guida assistita dal CityPilot si è notano, cosa non trascurabile, una minore usura del mezzo, consumi più contenuti, minori emissioni e meno stress da viaggio per autisti e passeggeri.