tech

Google Play, i contenuti acquistati si condividono in famiglia

google playROMA –  Su Google Play gli acquisti fatti si condividono in famiglia.  Si chiama “Raccolta della Famiglia” e permetterà ai componenti – fino a sei persone – di usufruire dei contenuti acquistati su diversi dispositivi. App, giochi, film e libri: il tutto senza costi aggiuntivi. Un’unica carta di credito per più utenti. Tutte le app scaricate sarà accessibile anche su IOS, qualora uno dei membri non possegga Android. Alcune, però, acquistate prima del 2 Luglio 2016 non saranno direttamente condivisibili in quanto gli sviluppatori hanno autorizzato una licenza solo per singoli account. A parte questo piccolo intoppo, il resto dovrebbe essere completamente condivisibile.

Con la “Raccolta della Famiglia” sarà anche possibile sottoscrivere un abbonamento a Google Play Music. I membri del nucleo familiare potranno ascoltare milioni di canzoni in streaming pagando un’unica quota mensile di 14,99 dollari.

La nuova funzione verrà rilasciata progressivamente un po’ in tutto il mondo: Stati Uniti, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Giappone, Messico, Nuova Zelanda e Regno Unito.

Google Play: come funzionano gli acquisti condivisi

Pe poter associare più dispositivi basterà registrarsi, se non lo si è fatto, e aggiungere fino a sei account. Al momento dell’acquisto, poi, si potranno indicare i membri della famiglia con i quali condividere ciò che si è scaricato. Nella pagina di ogni app,  ogni familiare potrà cliccare sul tasto della condivisione per scegliere se tenerla per sé o se scaricarla su più dispositivi ed eventualmente su quali. L’unica limitazione sarà per i minorenni: per loro i genitori dovranno dare il consenso per autorizzare qualsiasi transazione.