attualita

Lindsay Lohan VS Rockstar Games. Vince la seconda

lindsay lohan vs rockstar gamesROMA – Lindsay Lohan perde la battaglia legale con Rockstar Games e Take Two. Lo sfruttamento dell’immagine non c’è stato quindi, nulla è dovuto dalla casa produttrice di Grand Theft Auto V all’attrice. La decisione della Corte d’appello dello Stato di New York è ormai definitiva e pone fine a qualunque disputa e futura ed eventuale richiesta.

Lindsay Lohan vs Rockstar Games, il motivo della contesa

Due anni di udienze e dibattimenti in tribunale. Tanto è durato il tentativo di Lindsay Lohan di far condannare la Rockstar Games e la Take Two per lo sfruttamento della sua immagine. Per l’attrice, cantante e modella statunitense l’avvenente ragazza in bikini presente sulla cover di Grand Theft Auto V è troppo somigliante ad una sua famosa foto di qualche anno prima. Ma non solo questo. Nel corso del gioco ci si imbatte in un’altra “signorina” – Lacey Jonas – ancora una volta troppo somigliante alla Lindsay Lohan in carne ed ossa.

Lindsay Lohan vs Rockstar Games, la sentenza del tribunale

Per la Corte di appello di Manhattan le prove addotte dagli avvocati dell’attrice non bastano per parlare di sfruttamento indebito dell’immagine. Non basta un bikini rosso, dei capelli biondi e il segno della vittoria per identificare nel disegno proprio la Lohan. Cosa ancor più importante si trova nelle motivazioni della sentenza. Secondo i giudici anche se realmente il personaggio della Rockstar Games fosse ispirato alla Lohan “la stessa immagine non è stata utilizzata a fini pubblicitari o di commercio”. Manca, in poche parole, il nome dell’attrice o un riferimento esplicito alla stessa. Il fatto poi che gli sviluppi del gioco dipendono dal giocatore lo stesso ricade in un lavoro di narrativa e di satira protetto dalle leggi sulla libertà di stampa e di espressione.