La scuola è bella perché è varia, le curiosità dal mondo

classe - scuola

ROMA – Una volta finito il liceo o/e l’università si pensa ormai di aver imparato tutto sulla scuola. Ma se gli italiani possono dire di conoscere alla perfezione la scuola italiana, non possono dire lo stesso della scuola straniera: tante infatti sono le tradizioni originali e le differenze davvero sorprendenti che si incontrano tra i banchi di scuola del mondo.

Scuola: in Australia vacanze estive a Natale

Partiamo dal nostro emisfero australe. In Australia le ferie estive vanno da dicembre a febbraio e includono vacanze di Natale e Capodanno. Per gli scolari che risiedono in aree remote del paese la “School of the Air and remote learning”, trasmette le lezioni tramite frequenze radio.

Tornando in Europa e confrontandoci con i nostri vicini francesi, possiamo notare con grande stupore che hanno un modo di approcciare all’alimentazione davvero magistrale: per gli scolari francesi i pasti sono minimo di tre portate a pranzo e le figure del nutrizionista e dello chef sono parte dell’organico scolastico.

Passando in Germania, è particolare invece il primo giorno di scuola: tutti i bambini ricevono dai genitori un cono (la Schultute) pieno di dolci e regali; lo scopo è quello di addolcire l’anno scolastico. La Schultute si acquista da agosto a settembre in molti negozi ma alcuni genitori preferiscono confezionarlo a casa.

In Russia la scuola inizia sempre il primo settembre, anche se è un giorno festivo o un fine settimana; gli studenti inoltre devono indossare un abbigliamento formale e portare agli insegnanti un mazzo di fiori. Il Giorno delle Conoscenze e delle Competenze – questa è la traduzione letterale – viene festeggiato con tanto di cerimonia e, al termine delle lezioni, gli studenti ricevono anche un palloncino da portare a casa come ricordo.