esteri

Incendiata la tunica di una donna Musulmana, proprio un giorno prima dell’anniversario dell’11 settembre

donna musulmanaRoma – Una donna trentaseienne Musulmana, che stava indossando il vestito tipico islamico, è stata attaccata a New York e i suoi vestiti sono stati incendiati.

L’attacco, è avvenuto proprio il giorno prima dell’anniversario dell’11 Settembre. La donna, che non è ancora stata identificata, stava camminando lungo la Fifth Avenue lo scorso sabato sera, quando un uomo sconosciuto ha dato fuoco alla sua tunica servendosi di un accendino. Il New York chapter of the civil rights group Council on American-Islamic Relations (CAIR – NY), ha immediatamente condannato l’avvenimento, che è solo l’ultimo di una serie di attacchi di cui sono stati vittima molti Musulmani negli ultimi mesi.

La vittima, ha sentito del calore sul suo braccio, rendendosi successivamente conto che la sua tunica stava bruciando. “La donna ha visto il sospettato lanciare un accendino e andare via”, ha detto una fonte al New York Daily News. La vittima, è riuscita a spegnere le fiamme e fortunatamente non è rimasta ferita. Del sospettato, che durante l’attacco non ha proferito parola, non si sa ancora nulla. La NYPD Hate Crimes task force, sta cercando di trovare una motivazione all’attacco.

“Stiamo chiaramente assistendo ad un grande incremento di attacchi nei confronti di Musulmani e istituzioni Islamiche, sia a New York che nei Paesi limitrofi, questo dovrebbe essere motivo di preoccupazione per molti Americani,” ha detto Afaf Nasher, capo della CAIR-NY. Secondo quanto riportato dal CAIR, il motivo di questo grande incremento nel numero di attacchi, sarebbe da attribuirsi in parte alla retorica Islamofobica usata da numerose figure di spicco.

Fonte www.firstpost.com