attualita

E’ morto Carlo Azeglio Ciampi, il decimo presidente della Repubblica

morte-carlo-azeglio-ciampi-2ROMA – E’ morto a 95 anni il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Economista, banchiere, e’ stato il decimo presidente della Repubblica dal 18 maggio 1999, al 15 maggio 2006. Ciampi e’ stato governatore della Banca d’Italia dal 1979 al 1993, presidente del Consiglio dei ministri (1993-1994), Ministro del tesoro e del bilancio e della programmazione economica (1996-1997), quindi Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica (1998-1999). Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato non parlamentare nella storia della Repubblica, Ciampi fu anche il secondo Presidente della Repubblica eletto dopo essere stato governatore della Banca d’Italia, preceduto da Luigi Einaudi nel 1948. È Governatore onorario della Banca d’Italia.

Carlo Azeglio Ciampi, il tweet di Renzi

“L’abbraccio del governo alla signora Franca. E un pensiero grato all’uomo delle istituzioni che ha servito con passione l’Italia Ciampi”. Cosi’ su twitter il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Carlo Azeglio Ciampi, il ricordo di Romano Prodi

“La morte di Carlo Azeglio Ciampi mi addolora in modo particolare e profondo. Sono sempre stato colpito dalla sua carica umana e dalla sua autorevolezza. È infatti per queste sue grandi doti che gli sono stati affidati i compiti piu’ alti proprio nei momenti di maggiore difficolta’ del nostro paese”. Cosi’ l’ex premier Romano Prodi. “Ogni volta in cui era necessario fare uscire l’Italia da problemi che sembravano insolubili si e’ fatto ricorso alla sua saggezza e alla sua umanita’. A lui e al suo impegno- aggiunge Prodi- si deve la riscoperta dei simboli che rappresentano la nostra comune appartenenza e quel sentimento di unita’ che ci lega quali cittadini di una stessa nazione. Senza mai rinunciare al suo spirito fortemente europeista, Ciampi ha vissuto sempre come “cittadino europeo nato in terra d’Italia” indicando cosi’ alle nuove generazioni un orizzonte piu’ vasto e irrinunciabile. Insieme a Flavia esprimo alla moglie Franca, ai figli Gabriella e Claudio e a tutta la famiglia, cui ci legano affetto e amicizia profondi, il nostro pensiero e la nostra vicinanza”.

Grasso, la sua esistenza percorsa da un profondo amore per il nostro Paese

“La notizia della scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi ci addolora profondamente. Tutta la sua esistenza e’ stata percorsa da un profondo amore per il nostro Paese, un amore espresso nel serviziomorte-carlo-azeglio-ciampi alle istituzioni repubblicane”. Lo dice il presidente del Senato Pietro Grasso, su facebook. “Fu apprezzato Governatore della Banca d’Italia- aggiunge Grasso- e accetto’ la responsabilita’ di governo in uno dei momenti di maggiore crisi politica ed economica della nostra storia. La sua autorevolezza e il suo tratto insieme rigoroso e umano gli hanno permesso di restituire a tutti, dopo piu’ di mezzo secolo dalla fine della dittatura, tante espressioni di giusto e sentito patriottismo. Come Presidente della Repubblica dedico’ particolare attenzione alla riscoperta dei valori fondanti la nostra nazione e dei suoi simboli: la bandiera, l’inno, la resistenza. Carlo Azeglio Ciampi sara’ ricordato come un modello di autentica virtu’ civile, una delle migliori espressioni della cultura democratica italiana. Spero che i giovani sappiano raccoglierne l’eredita’ e l’invito che egli stesso gli fece inaugurando il “sentiero della liberta’” sui monti della Majella, li’ dove era stato partigiano: ‘E a voi giovani ripeto l’invito che rivolgeva a tutti gli uomini il vostro grande poeta Ovidio: guardate in alto, rivolgete sempre gli occhi alle stelle; abbiate ideali, credete in essi e operate per la loro realizzazione'”.

Boldrini, una grande figura di straordinaria integrita’ morale

“Tutto il Paese piange in queste ore la perdita di una grande figura di straordinaria integrita’ morale. Impegnato da giovane nella Resistenza antifascista, Carlo Azeglio Ciampi e’ stato uomo delle Istituzioni, alle quali ha dato prestigio in ognuno dei numerosi incarichi pubblici ricoperti”. E’ il ricordo del presidente Emerito da parte della presidente della Camera Laura Boldrini. “Di lui ricordiamo- aggiunge la presidente- l’europeismo convinto che ha saputo coniugarsi ad una potente azione di rilancio dell’identita’ e dell’orgoglio nazionale; la capacita’ di mobilitare le energie profonde del Paese per obiettivi condivisi, come fu l’ingresso nella moneta unica; e soprattutto il modo imparziale e rigoroso con cui ha esercitato il ruolo di Presidente della Repubblica, accompagnato nel Paese dallo stesso larghissimo consenso con il quale era stato eletto al Quirinale. Alla signora Franca e ai familiari del Presidente giunga l’affettuoso abbraccio mio e della Camera dei deputati”.