attualita

Muracci Nostri, la street art colora Primavalle

img_1615edited

img_1616editedRoma – “Raccontare storie di cui la strada ha bisogno” è lo slogan di Muracci Nostri, collettivo di street artist del quartiere romano di Primavalle, che torna per il secondo anno di seguito con opere urbane a nord ovest della capitale. Un festival, quest’anno dedicato a Gian Maria Volonté, che regala al quartiere 50 lavori tra dipinti, poster e installazioni realizzati grazie a un autofinanziamento. Al crowdfunding di raccolta fondi per Muracci Nostri ha partecipato con entusiasmo tutto il quartiere; una somma di circa 3.000 euro è bastata per l’impresa oltre a una donazione di 150 litri di pitture da parte di Fox Vernici. Il progetto, nato due anni fa da un’idea del poeta e scrittore Maurizio Mequio, è ben accolto e fortemente voluto da tutta la comunità di Primavalle. La street art spunta tra piazza Clemente XI, il mercato coperto di via Sant’Igino Papa fino a via Borromeo, via Ascalesi e via Pietro Bembo; a firmare i murales più imponenti sono artisti del calibro di Gomez, La Rouille, Khem e Nemo, le altre opere invece vedono coinvolti tanti altri artisti tra cui Evita Andujar, Luigi Ambrosetti, Atue, Beetroot, Bol, Sabrina Carletti, Alessandra Carloni, Violetta Carpino, Chekos, Arianna Cola, Gianluca Cresciani, Milva Di, Franco Durelli, Ex Voto, Andrea Gandini, Daniele Roncaccia, Gli Altri e Gods in Love. Il collettivo ha scelto immagini di denuncia, storie disegnate che parlassero chiaro: “I muri raccontano la nostra biografia collettiva – ha detto Mequio – chi la vuole bianca e ci vuole muti, chi, come noi, la vuole scrivere di suo pugno e vuole raccontare storie di strada, emozionare o semplicemente segnare una superficie, perché nonostante tutto si è ancora vivi“. La mappa di tutti i graffiti è online, (CLICCA QUI); non vi resta che imbarcarvi alla scoperta di questi piccoli grandi tesori che colorano e raccontano Primavalle!

img_1614edited