spazio e scienza

Nobel per la Fisica 2016 al team Thouless, Haldane e Kosterlitz

Premio Nobel per la Fisica 2016

Io, Alfred Bernhard Nobel, dichiaro qui, dopo attenta riflessione, che queste sono le mie Ultime Volontà riguardo al patrimonio che lascerò alla mia morte.

Il premio Nobel è un’onorificenza di valore mondiale attribuita annualmente a persone che si sono distinte nei diversi campi dello scibile, “apportando considerevoli benefici all’umanità” per le loro ricerche, scoperte e invenzioni, per l’opera letteraria, per l’impegno in favore della pace mondiale.

Il premio fu istituito in seguito alle ultime volontà di Alfred Bernhard Nobel (1833-1896), chimico e industriale svedese ed inventore della dinamite e della balistite. La prima assegnazione dei premi risale al 1901, quando furono consegnati il premio per la pace, per la letteratura, per la chimica, per la medicina e per la fisica.


Testo delle disposizioni testamentarie di Nobel:

Io, Alfred Bernhard Nobel, dichiaro qui, dopo attenta riflessione, che queste sono le mie Ultime Volontà riguardo al patrimonio che lascerò alla mia morte.

La totalità del mio residuo patrimonio realizzabile dovrà essere utilizzata nel modo seguente: il capitale, dai miei esecutori testamentari impiegato in sicuri investimenti, dovrà costituire un fondo i cui interessi si distribuiranno annualmente in forma di premio a coloro che, durante l’anno precedente, più abbiano contribuito al benessere dell’umanità.

Detto interesse verrà suddiviso in cinque parti uguali da distribuirsi nel modo seguente: una parte alla persona che abbia fatto la scoperta o l’invenzione più importante nel campo della fisica; una a chi abbia fatto la scoperta più importante o apportato il più grosso incremento nell’ambito della chimica; una parte alla persona che abbia fatto la maggior scoperta nel campo della fisiologia o della medicina; una parte ancora a chi, nell’ambito della letteratura, abbia prodotto il lavoro di tendenza idealistica più notevole; una parte infine alla persona che più si sia prodigata o abbia realizzato il miglior lavoro ai fini della fraternità tra le nazioni, per l’abolizione o la riduzione di eserciti permanenti e per la formazione e l’incremento di congressi per la pace.

I premi per la fisica e per la chimica saranno assegnati dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze; quello per la fisiologia o medicina dal Karolinska Institutet di Stoccolma; quello per la letteratura dall’Accademia di Stoccolma, e quello per i campioni della pace da una commissione di cinque persone eletta dal Parlamento norvegese. È mio espresso desiderio che all’atto della assegnazione dei premi non si tenga nessun conto della nazionalità dei candidati, che a essere premiato sia il migliore, sia questi scandinavo o meno.

Come esecutore testamentario nomino Ragnar Sohlman, residente a Bofors, Varmland, e Rudolf Liljequist residente al 31 di Malmskillnadsgatan, Stoccolma, e a Bengtsfors vicino a Uddevalla.

Questo Ultimo Volere e Testamento è l’unico valido, e cancella ogni altra mia precedente istruzione o Ultimo Volere, se ne venissero trovati dopo la mia morte.
Infine, è mio esplicito volere che, dopo la mia morte, mi vengano aperte le vene, e una volta che ciò sia stato fatto e che un Medico competente abbia chiaramente riscontrato la mia morte, che le mie spoglie vengano cremate in un cosiddetto crematorio.

Parigi, 27 novembre 1895
Alfred Bernhard Nobel

testamento_nobel

Il testamento di Nobel, esposto in copia a Sanremo nella Villa Nobel


premio-nobel-per-la-fisica-2016-5

Premio Nobel per la Fisica 2016, smentite tutte le previsioni della vigilia.

Per la ventiquattresima volta, il premio Nobel per la fisica, è stato aggiudicato ad un team di studiosi di origine britannica: David Thouless (professore della University of Washington), Duncan Haldane (afferente alla Princeton University) e Michael Kosterlitz (della Brown University), sono loro ad aver vinto il riconoscimento e l’assegno da 8 milioni di corone (circa 831 mila euro) staccato dall’istituzione di Stoccolma per i loro studi sulle transizioni di fase topologiche e per le fasi topologiche della materia.

premio-nobel-per-la-fisica-2016-3



I premiati di quest’anno – si legge nel comunicato dell’Accademia svedese – hanno aperto la porta su un mondo sconosciuto, dove la materia può assumere stati strani. Hanno usato metodi matematici avanzati per studiare stati inusuali della materia, come superconduttori, superfluidi o sottili film magnetici“.

I tre nuovi Nobel sono stati, infatti, i primi a vedere che cosa accade alla materia quando si passa da un oggetto magnetizzato, come una calamita, a un oggetto che non lo è. Oppure, da un metallo normale a uno superconduttore. O, ancora, da un fluido normale a un superfluido che non ha viscosità.


Il Presidente del CNR, Inguscio: “Un Nobel ai mattoni di un futuro quantistico

In merito all’assegnazione del Premio Nobel per la Fisica 2016 a David Thouless, Duncan Haldane e Michael Kosterlitz, il presidente del CNR, Massimo Inguscio, dichiara: “Questi nuovi materiali quantistici ‘esotici’ proteggono dai disturbi dovuti a rumore,  impurità e disordine. In tal modo vengono preservate quelle caratteristiche che aprono prospettive reali nello sviluppo di mattoni fondamentali per le tecnologie del futuro, ad esempio di bit quantistici estremamente stabili che potrebbero avvicinare la realizzazione di calcolatori rivoluzionari. Il CNR, in sinergia con il mondo universitario, lavora in questi campi di frontiera sia con nuovi materiali allo stato solido che con simulatori con atomi ultrafreddi. Ed è tanto impegnato in questo sforzo verso il futuro da coordinare la road map italiana nella importante flagship lanciata dall’Europa proprio sul tema delle tecnologie quantistiche”.



premio-nobel-per-la-fisica-2016-2