tech

Vendita Twitter: Google e Disney fuori dalla corsa all’acquisizione

vendita twitterROMA – È ritornato in auge, nelle ultime ore, l’argomento vendita twitter. A riportarlo agli onori della cronaca, le ultime notizie relative ai papabili acquirenti, ormai ex.

Si era a lungo parlato di due colossi in particolare interessati a comprare: Google e Disney. Erano perché, adesso, si tirano indietro. Almeno al momento.

Né Google né Disney sarebbero, per ora, disposti a fare un’offerta reale. A scriverlo è il sito Recode, secondo cui anche un’offerta di Apple è improbabile.

Colpa, forse, dei risultati che continuano a non arrivare. I profitti calano e l’appeal della società non è, di certo, in questo periodo ai limiti massimi.


Vendita Twitter: adesso l’unico pretendente all’acquisto rimane Salesforce

L’unico pretendente in ballo rimane Salesforce. La software house, fin’ora rimasta nelle retrovie, non ha, infatti, negato il suo interessamento. Secondo le fonti ascoltate da Recode, Salesforce sarebbe pronta a sborsare fino a 20 miliardi di dollari per comprare Twitter. Un terzo della sua intera capitalizzazione, pur di accaparrarsi un vasto “tesoro” di dati e un marchio conosciuto da milioni di consumatori. Questa volta, Salesforce potrebbe non voler lasciarsi scappare un’altra grande acquisizione. L’ultima volta, a scappare dalle mani della piattaforma cloud guidata da Marc Mainoff era stata LinkedIn.

Fino all’ultimo sembra che sarà guerra aperta. Se Salesforce non sembra disposto a mollare, Google e Disney potrebbero lanciare il colpo di scena. Un colpo di scena che, in realtà, sarebbe fattibile dati i rispettivi “borsellini” dei due colossi americani. E, a proposito di colpi di scena, anche Microsoft potrebbe disturbare i piani di Salesforse. La società non ha ai tempi gradito le intromissioni della software house nelle trattitive per LinkedIn.

Vendita Twitter: la società di Jack Dorsey vuole chiudere la questione al più presto

In ogni caso, Jack Dorsey non sembra disposto a perdere ulteriore tempo. Secondo fonti vicine al Ceo di Twitter, il social di microblogging punterebbe a un’acquisizione entro il 27 ottobre. Le offerte reali dovrebbero, quindi, arrivare entro questa settimana ma difficile dire se la vendita riuscirà ad essere chiusa entro la fine del mese. Jack Dorsey e gli altri “papà” di Twitter, però, ci sperano.