attualita

Napoli, 100 studenti alla Città della Scienza per le premiazioni regionali Enel Playenergy

Storie e disegni su auto alimentate da energie “alternative” tra fantasia e realtà, energia prodotta dal recupero di acqua potabile e lampioni a basso consumo accesi da fonti rinnovabili: queste le idee vincenti

città della scienzaROMA – Una giornata di festa alla Città della Scienza, dove lo scorso 21 ottobre oltre cento studenti campani hanno partecipato alla premiazione regionale di Enel Playenergy, il concorso che l’azienda energetica dedica alle scuole di ogni ordine e grado e che vede ogni anno migliaia di ragazzi confrontarsi con i temi di energia, innovazione e sostenibilità.
In Campania l’edizione 2015/2016 del concorso ha coinvolto oltre 40 scuole e 3400 studenti.

Alle premiazioni erano presenti il vice presidente del Consiglio Comunale di Napoli Fulvio Frezza, Salvatore Esposito consigliere IV Municipalità, Annamaria Palmieri Assessore scuola e istruzione comune, e, per Enel, Giovanni Bartolomeo di Affari Istituzionali Campania e Alessandro Pistella, Responsabile Mercato Campania. L’assessore Palmieri ha ringraziato Enel per la costante attenzione e l’impegno verso il mondo della scuola.

Per la Categoria Scuola Primaria il premio è andato alla II E della scuola Cuoco Schipa di Napoli. Gli alunni hanno realizzato storie e disegni che hanno come protagoniste delle automobili alimentate da energie “alternative” tra fantasia e realtà.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 1°grado la giuria ha scelto di premiare la III D della Rodari di Pozzuoli (NA), che ha proposto un progetto sulla possibilità di produrre energia sfruttando il ciclo di distribuzione di acqua potabile.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 2°grado il premio è andato alla IV F meccanica dell’IIS Barsanti di Pomigliano D’Arco (NA) per il progetto “A.I.O Street Lamp”, un lampione a basso consumo energetico che viene alimentato da energie rinnovabili.

città della scienzaPresenti alla premiazione anche le delegazioni delle classi che hanno ottenuto le menzioni speciali della giuria, che consentono l’accesso, insieme ai vincitori, alla selezione nazionale:
per la Categoria Scuola Primaria la classe IV C della scuola Cuoco Schipa di Napoli per Eco Game, gioco da tavolo realizzato con materiale sostenibile che promuove comportamenti sostenibili e l’uso responsabile delle risorse ambientali, le classi IV A e IV B della scuola D’Auria-Nosengo di Arzano (NA) che hanno presentato il “Manuale per un mondo Ever – Green”, ricco di approfondimenti e suggerimenti per riflettere sui temi ecologici e le classi IV A e IV B della scuola De Amicis di Succivo (Caserta) che ha presentato un plastico del prototipo di una “macchina del futuro” e un cd che ne illustra le possibili applicazioni.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 1°grado la classe III B della scuola Cuoco Schipa che ha proposto un dettagliato progetto di riqualificazione del parco Viviani e la II A della scuola Montessori di Somma Vesuviana (Na) che ha presentato “Solar Paint”, uno studio sulla possibilità di produrre energia da una vernice solare applicabile a tutte le superfici.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 2°grado la III B della scuola di Torre Annunziata (Na) per il progetto Torrenergy, un sito per presentare un progetto di recupero e riqualificazione di un’area urbana con particolare attenzione ai temi ambientali, e la pluriclasse della scuola Europa di Pomigliano D’Arco (Na) con il progetto Enel World Game, gioco da tavola centrato sui temi dell’uso consapevole delle risorse ambientali e dell’energia.

Sia i vincitori sia i menzionati delle varie sezioni regionali si incontreranno a Roma per il grande evento finale che rappresenta una vera e propria occasione di incontro e di scambio tra tutti i partecipanti a PlayEnergy.