Pokemon Go, in Giappone la prima condanna per omicidio

pokemon go mappe

ROMA – Non solo divertimento. Pokemon Go ha creato danni molto seri nel mondo e causato la morte di alcune persone. Lo sa bene Keiji Goo, l’agricoltore 39enne condannato a 14 mesi di carcere in Giappone, per aver ucciso una signora di 72 anni e ferita una seconda. L’uomo era alla guida del suo autocarro e contemporaneamente era impegnato nel gioco virtuale. L’incidente è avvenuto lo scorso 23 agosto nella città di Tokushima.

Ma questa disgrazia non è l’unica purtroppo del suo genere. Dal 22 luglio, giorno di debutto del gioco, in Giappone sono stati ben tre i casi di morte per ‘distrazione da Pokemon Go’. Questo però, è il primo preso in esame dalla Corte. Nel pronunciare la sentenza, il giudice ha parlato di “Una grave negligenza”.