sport

Champions League: Napoli nella tana del Besiktas, Juve contro il Lione

champions leagueROMA – Chi per ripartire e provare a digerire i bocconi amari del campionato, ma soprattutto per sfruttare i match point ancora a disposizione e passare il turno con largo anticipo, chi per dare continuità europea al percorso di qualità fatto finora, cercando di staccare al più presto il pass per la seconda fase. Eccole, Napoli e Juventus, fresche di contesa in quel di Torino.

Tutti sanno come sia finita allo Stadium, quali danni e quali benefici ha prodotto la gara di sabato sera. Se guardassimo al campo e al verdetto finale, bufera in casa Napoli: crisi di gioco e risultati, spogliatoio teso come una corda di violino, Sarri costretto a stringere la cloche del comando come mai fatto finora. Di contro la Juventus: Allegri più vince più si preoccupa di vincere ancora, quasi che non goda del momento top della sua squadra, capace di spingere i partenopei a -7 dalla vetta, un abisso al giorno d’oggi. La Champions, dunque: altro passo, altra gamba, altra concentrazione. Proviamo a respirare questo clima con la nostra presentazione.

CHAMPIONS LEAGUE: BESIKTAS-NAPOLI

Dopo la rocambolesca sconfitta al San Paolo nell’ultimo turno proprio contro i turchi, Sarri e i suoi sanno che non c’è più tempo per passi falsi o rovinosi capitomboli. La classifica parla chiaro: con la vittoria di Napoli, il Besiktas si è rifatto sotto e insidia Hamsik e compagni, primi in classifica ma con una sola lunghezza di vantaggio sui bianconeri. Il Benfica, terzo incomodo, è lontano dagli azzurri solo due punti, e dovendo incontrare la squadra di Sarri tra le mura amiche sa che quella sarà la sua partita della vita, mordendo il freno nell’attesa. Insomma, tutti aspettano e inquadrano nel mirino il Napoli: se squadra, dirigenza e tifoseria riusciranno, per il bene comune, a mettere da parte rancori, ruggini e polemiche e a concentrarsi sulle cose di campo, gli azzurri possono ripartire traendo linfa dall’Europa. Il contrario non vogliamo neanche immaginarlo.

CHAMPIONS LEAGUE: JUVENTUS-LIONE

Quando il gioco di fa duro, ecco le parole di Buffon. Parole da capitano, quelle del Gigi nazionale, a commento della gara col Napoli e a presentazione dell’impegno Champions: in sintesi, Buffon striglia l’ambiente juventino, sostenendo che in Europa “serve di più per riuscire a fare risultato”. Squadra avvisata, mezza qualificata. Al capitano si aggiunge anche Massimiliano Allegri, che ha poco da rimproverare ai suoi, ma odia (da sempre) i cali di concentrazione che possono complicare o rovinare i piani. Battere nuovamente il Lione, e con meno patemi della gara di andata, sarebbe l’optimum, soprattutto perché escluderebbe definitivamente i francesi da qualunque velleità di qualificazione, restringendo, come da copione, la gara ai bianconeri e agli spagnoli del Siviglia. Vincere aiuta a vincere: la Juve sa perfettamente come fare per non contraddire una delle regole non scritte di questo sport.