fotogallery

Mostruosa creatura marina avvistata in Alaska. Cos’è in realtà?

C’è un mostro di ghiaccio in Alaska? Un video pubblicato online mostra quella che sembra una misteriosa creatura marina “nuotare” nella corrente del fiume Chena di Fairbanks.
Ma che cos’è in realtà?

ROMA – E’ nato un “mostro di ghiaccio”.
Una misteriosa creatura marina avvistata in Alaska, sta facendo discutere il web.
Comparso nelle acque del fiume Chena di Fairbanks, il “mostro” è stato ripreso in video da un dipendente dell’Alaska Bureau of Land Management e pubblicato online.
Nel filmato si può vedere chiaramente qualcosa di molto grande nuotare nel fiume.

mostro di ghiaccio in alaskaMostro di ghiaccio in Alaska o corda ghiacciata?

Craig McCaa, l’uomo che ha filmato il “mostro”, stava scattando delle foto dal ponte University Avenue a Fairbanks, per documentare il cambiamento stagionale del paesaggio, quando ha visto quello che sembrava essere un oggetto lungo circa 5 metri che ondeggiava nella corrente.

Immediatamente, il video è stato oggetto di teorie più o meno verosimili, da un branco di storioni al… mostro di Loch Ness.

A dare una plausibile risposta scientifica sono gli esperti dell’Alaska Department of Fish and Game.
Il “mostro di ghiaccio”, in realtà, non era nulla biologico, solo spazzatura.
In particolare, ha spiegato che la “creatura” fosse solo ghiaccio “frazil” attaccato ad una corda.

Il fenomeno naturale di frazil ice si verifica durante raffiche di freddo molto intenso.
I piccoli e super-raffreddati cristalli scorrono sulla superficie di fiumi e torrenti, dando all’acqua un aspetto fangoso.
Questa poltiglia ghiacciata sembrava “nuotare” in superficie spinta dalla corrente del fiume.

C’è ghiaccio, quindi, ma nessun mostro.

Le creature misteriose nel mondo

Naturalmente, una chiara spiegazione scientifica tale non è in grado di fermare la moltiplicazione delle storie più “creative” su un mostro di ghiaccio in Alaska.

Per secoli la possibile esistenza di creature misteriose o specie selvatiche esotiche, ha animato la società. Ancor prima di internet.

Quando nel 1933 si lesse su di un articolo di giornale che una coppia scozzese aveva visto un’enorme creatura sulla superficie del lago di Loch Ness, in Scozia, prese piede un fervore improvviso.
Iniziò la caccia al leggendario “mostro”, ribattezzato Nessy.

Lo stesso accade per il leggendario Yeti himalayano.
C’è chi lo descrive come un mix tra un essere umano e una scimmia, chi come un uomo di Neanderthal.

Tuttavia, le spiegazioni alle misteriose creature del mondo sono molto più semplici, anche se se meno emozionanti.