Dopo essermi lavata le parti intime ho avvertito un lieve bruciore…

Oggi, 6 novembre dopo una settimana ho di nuovo bruciore alle parti intime e prurito. Ho messo un gel vaginale è ripreso la spasmex…

Buonasera,
nelle ultime settimane sono capitati alcuni avvenimenti che mi hanno scombussolato un po’ il corpo, mi spiego meglio: la scorsa settimana, venerdì 28 ottobre dopo essermi lavata le parti intime ho iniziato ad avvertire una sorta di lieve bruciore a cui non ho dato grande peso.. finché la sera non ho cominciato ad avvertire un dolore forte alla schiena e bruciore più forte e più tardi ancora decimi di febbre e tremolii. Alla guardia medica mi hanno detto che poteva essere cistite ma non avendomi visitata mia madre non mi ha fatto prendere il monuril ma una spasmex.
Sabato ho cominciato ad avvertire dolori nella zona ovarica come se ci fosse ‘aria’ che si muoveva.. non so se rendo l’idea.
Lunedì mattina avverto dolori atroci alla schiena e alla pancia tanto da rendermi incapace di vestirmi da sola e mi hanno portato in ospedale dove mi hanno fatto 1 flebo di toradol e 1 di spasmex e mi hanno diagnosticato una colica renale con possibile calcolosi. Non mi hanno fatto ecografie e mi hanno fatto le analisi del sangue e delle urine in cui risultavano molte proteine e cristalli amorfi e cellule di sfaldamento.
Oggi, 6 novembre dopo una settimana ho di nuovo bruciore alle parti intime e prurito. Ho messo un gel vaginale è ripreso la spasmex… secondo voi cosa potrebbe essere? Potrei avere avuto sia cistite che coliche e non aver curato la cistite che si è ripresentata?
Non so che pensare davvero..
Grazie in anticipo.

Anna, 19 anni

Cara Anna,
in questa sede non è possibile fare una diagnosi, ma da quanto ci scrivi sembra che il problema principale, colica renale e calcolosi, sia stata individuato e alleviato con tempestività dai medici del pronto soccorso. Per quanto riguarda la cistite, è possibile che sia passata in secondo piano a causa degli altri sintomi forti e che ora si sia ripresentata e proprio per questo crediamo sia importante che tu possa confrontarti con il tuo medico di base che conoscendo la tua storia clinica e i medicinali somministrati in PS troverà la cura adatta per questa nuova sintomatologia che si sta manifestando.
Speriamo d’esserti stati d’aiuto e torna pure a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!