spettacolo

Guida Michelin 2017: l’Italia al secondo posto per numero di stelle

guida michelin 2017ROMA – È stata presentata al Teatro Regio di Parma la 62esima edizione della Guida Michelin 2017. Questo è il primo anno in cui la cerimonia si sposta a Parma, il cuore della “food valley” emiliana, dichiarata l’anno scorso Città Creativa per la Gastronomia.

Con 343 ristoranti stellati l’Italia si attesta al secondo posto assoluto come numero di stelle nel mondo. Prima del Bel Paese la Francia.

Guida Michelin 2017: le novità

Tra i migliori ristorati italiani Il Corsaro di Cagliari dello chef Stefano Deidda; altra stella isolana per Accursio a Modica di Accursio Craparo. Nuova stella anche in Calabria – che arriva a 5 stellati – con il ristorante Pietramare, di Isola di Caporizzuto dello chef Alfonso Crescenzo. Stella anche a Trani per Quintessenza dello chef Stefano di Gennaro e a Napoli Veritas di Gianluca D’agostino.

Guida Michelin 2017: gli otto ristoranti confermati con tre stelle

Per quanto riguarda i tre stelle italiani, la Guida Michelin 2017 conferma gli otto ristoranti che, da anni, hanno stabilito il primato a livello nazionale. Otto ristoranti, ormai, conosciuti in tutto il mondo. L’Osteria Francescana a Modena conferma il successo che lo chef Massimo Bottura riscuote nel settore. Recentemente è stato, infatti, premiato come miglior chef del mondo.

guida michelin 2017

Tra i tre stelle poi Piazza Duomo ad Alba (Cn) dello chef Enrico Crippa,  Da Vittorio a Brusaporto (Bg) dello chef Chicco Cerea, Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio / Runate (Mn) dello chef Nadia Santini, Le Calandre a Rubano (Pd) dello chef Raffaele e Massimiliano Alajmo. Poi l’Enoteca Pinchiorri a Firenze degli chef Annie Feolde e Riccardo Monco. Chiudono la classifica dei tre stelle italiani La Pergola a Roma dello chef Heinz Beck e il Reale a Castel di Sangro (Aq), chef Niko Romito.