fotogallery

Non solo Fukushima: i più grandi terremoti del Giappone

Un terremoto di magnitudo 6.9 ha colpito la prefettura di Fukushima nel nord-est nipponico il 21 novembre alle 21 ore italiane
L’ultima di una lunga serie di scosse che da secoli devastano il Paese del Sol Levante
Dal gande sisma del Kanto, al disastro del Tohoku, ecco quali sono i più grandi terremoti del Giappone

terremoto-fukushima-2016ROMA – Il Giappone ha revocato l’allerta tsunami dopo che un terremoto di magnitudo 6.9 ha colpito la prefettura di Fukushima nel nord-est del Paese il 21 novembre alle 21 ore italiane (6 a.m del 22 novembre, ora locale).
La scossa è stata registrata a circa 37 chilometri a sud est di Namie.
Secondo la Japan Meteorological Agency (JMA), il terremoto è stata una scossa di assestamento del grande sisma del 2011.
Un piccolo tsunami si è riversato nel fiume Sunaoshi che attraversa la cittadina di Tagajo, e un altro di 1,4 metri è stato osservato a largo del Sendai, a circa 70 km a nord di Fukushima.
Al momento risultano almeno 14 le persone ferite, ma il bilancio potrebbe salire.

(Leggi anche: Cile, 1960. Il più grande terremoto della storia)

Terremoto e tsunami Giappone 2011I più grandi terremoti del Giappone

Il Giappone è sede di frequenti terremoti, alcuni dei quali tra i più grandi mai registrati.
Questo accade perché il Paese si trova lungo la cosiddetta “Cintura di Fuoco” del Pacifico, la regione più attiva a livello sismico del mondo.
Questo “anello” è una zona a forma di ferro di cavallo immaginario che delinea il bordo dell’Oceano Pacifico, dove si verificano anchge frequaenti eruzioni vulcaniche.

All’interno della Cintura di Fuoco si trovano diverse grandi placche tettoniche, che interagendo tra loro provocano terremoti.
(Per approfondire: Perché ci sono i terremoti? Gli scienziati possono prevederli?)

Ecco perché il sisma del 21 novembre è solo l’ultima di una lunga serie di grandi terremoti che hanno scosso il Giappone.

10 – Grande terremoto del Kanto – 1923

Il peggior terremoto in Giappone di tutti i tempi, ma non il suo più grande.

Nel 1923, un terremoto di magnitudo 7,9 ha colpito la pianura del Kanto, sull’isola di Honshu, la mattina del 1 settembre.
Il tremore è durato fino a 10 minuti in alcuni luoghi.
Il sisma ha devastato Tokyo, sfollando circa 2 milioni di persone, e causando danni diffusi in tutta la regione del Kanto.

Il sisma ha ucciso 142.800 persone, rendendolo uno dei più letali di tutti i tempi.

9 – Il terremoto del Genroku – 1703

Il terremoto Genroku del 1703 di magnitudo 8.0 con il suo conseguente tsunami ha ucciso più di 108.000 persone.
L’Era di Genroku è un periodo storico giapponese che va dal 1688-1704.
Il sisma ha colpito Sagami, a circa 40 chilometri a sud-ovest di Tokyo.

8 – Il terremoto Nankaido – 1946

Sulla scia della seconda guerra mondiale, un terremoto di magnitudo 8.1 ha colpito Nankaido, il Giappone, il 20 dicembre 1946.
Il terremoto è stato avvertito nella grande isola di Honshu nel Giappone settentrionale, uccidendo 1.362 persone.

7- Il terremoto di Aomori – 1968

Questo terremoto di magnitudo 8.2 ha colpito al largo della costa orientale di Honshu, nei pressi di Misawa, Giappone, ed è stato seguito da un grande tsunami che uccise 52 persone.

6 – Il terremoto delle Isole Kuril – 2006

Non tutti i grandi terremoti sono stati mortali.
Nel 2006, un sisma di magnitudo 8,4 e il suoi successivo tsunami colpirono la costa settentrionale del Giappone.
Ma nessuno rimase ucciso sulle isole scarsamente popolate, che ospitano circa 19.000 persone.

5 – Il terremoto di Sanriku – 1933

più grandi terremoti del giappone

Nel 1933, un terremoto di magnitudo 8.4 ha innescato uno tsunami, causando danni alle città della costa di Sanriku della regione di Tohoku di Honshu, uccidendo più di 3.000 persone.

Il sisma colpì a circa 290 km al largo, ma lo tsunami fu abbastanza forte da spazzare via 3.000 case.
Onde fino ai 28,7 m furono segnalate sulle coste di Ryori, e onde di almeno 3 metri raggiunsero le Hawaii.

4 – Il terremoto dell’ Ansei-Nankai – 1854

Il terremoto Ansei-Nankai di 8.4 ha ucciso 10.000 persone sull’isola di Kyushu, rendendol il più mortale per le sue dimensioni.
A quel tempo, il sisma è stato attribuito a un pesce gatto gigante, chiamato Namazu, che si dibatteva nelle acque.

Ansei è il nome dell’era giapponese che va dal 1854 al 1860.
Nankai è il nome della fossa dove il terremoto si è generato, a sud di Honshu.

Un anno dopo, il terremoto di Ansei Edo, di magnitudo 6.9, avrebbe ucciso 6.600 persone.

3 – Il terremoto del Meiji-Sanriku – 1896

Questo terremoto di magnitudo 8.5 ha ucciso più di 27.000 persone in Sanriku, quasi nella stessa posizione del sisma del 1933.
Il terremoto non causò di per sè molti danni, ma innescò un gigantesco tsunami.
Lo tsunami, attraverso l’Oceano Pacifico, raggiunse le Hawaii e la California.
Il sisma è stato seguito da 76 scosse di assestamento di magnitudo 5.0 o superiori.

2 – Il terremoto dell’Hoei – 1707

Agli inizi del 1700 si susseguirono diversi terremoti.
Solo pochi anni dopo il terremoto del Genroku, un sisma di magnitudo 8.6 ha ucciso 5.000 persone nelle regioni Nankaido e Tokai, sulle isole di Honshu e Shikoku.

Nonostante alcune illazioni, non vi è ragione di credere che questo terremoto abbia nnescato l’eruzione del Monte Fuji quasi 50 giorni più tardi.

1 – Il terremoto del Tohoku – 2011

 

L’11 marzo del 2011, un terremoto di magnitudo 9.0 ha innescato uno tsunami che ha ucciso circa 29.000 mila persone e danneggiato alcuni reattori nucleari della centrale di Fukushima:
Questo è il più grande terremoto mai registrato in Giappone.

(Per approfondire: Fukushima, terremoto e tsunami: 5 anni dopo il disastro che ha sconvolto il Giappone)