Ho avuto questa perdita, in palestra in seguito ad un piccolo sforzo…

Voglio precisare che sto provando a rimanere incinta. Devo preoccuparmi di questa perdita avuta 13 giorno dopo la fine del ciclo?

Dopo 13 giorni circa dalla fine del ciclo ho avuto questa perdita, in palestra in seguito ad un piccolo sforzo. Voglio precisare che sto provando a rimanere incinta. Devo preoccuparmi?

Giusy, 34 anni


Cara Giusy,
è difficile, soprattutto in una consulenza online e con pochi dati anamnestici, riuscire ad individuare la causa specifica delle perdite.
Solitamente parliamo di spotting, quando tra un ciclo e l’altro si verificano delle perdite legate a molteplici fattori come ad esempio fisiologiche oscillazioni ormonali, bruschi cambiamenti nelle abitudini alimentari, forte stress fisico e/o psicologico oppure possono essere legati a fattori sia organici come cisti ovariche, fibromi o vaginiti.
Ci racconti della ricerca di un figlio, quindi probabilmente avrete intensificato i rapporti e può succedere a volte che ci siano delle piccole abrasioni del tessuto che rilasciano poi delle piccole perdite ematiche.
Non ci dici nulla rispetto a quando sia avvenuto l’ultimo rapporto non protetto e quindi non sappiamo se potrebbero essere spotting da impianto.
Le perdite da impianto, queste fanno riferimento a quelle piccole perdite vaginali che possono verificarsi nel momento in cui l’ovulo fecondato si impianta nella mucosa uterina. Generalmente si presentano tra i 7 e 12 giorni dalla fecondazione e talvolta può coincidere con la data attesa per le mestruazioni, per questo è facile confondersi con l’arrivo del ciclo. La motivazione va cercata nel processo di impianto dell’ovulo nell’utero. L’ovulo fecondato, infatti, dopo circa 5 giorni, dalle tube si sposta fino all’utero: qui si annida e vi resta per tutto il periodo della gravidanza. Nello specifico è l’endometrio ad accoglierlo. Si tratta di un rivestimento che presenta molti vasi e capillari, i quali, in seguito all’annidamento, possono rompersi e determinare un sanguinamento di live entità. Talvolta sono anche accompagnate da sintomi abbastanza tipici del ciclo  come gonfiore addominale e tensione mammaria.

Ci parli di un solo episodio, non c’è da preoccuparsi. E’ importante però monitorare questi sintomi del corpo per avere un quadro più completo. Soprattutto se state cercando una gravidanza potrebbe essere utile un consulto ginecologico in modo da approfondire meglio la situazione.
Speriamo comunque di essere stati di aiuto…
Un caro saluto!