tech

Le parole non servono più. Arrivano le ricerche su Google con le emoji

ricerche su google con le emojiROMA – Le parole non servono più. Almeno sul web. Arrivano le ricerche su Google con le emoji. È questa la novità annunciata dallo stesso colosso di Montain View.

Non è proprio il primo passo che Google fa verso le faccine. Già qualche mese fa, erano state introdotte le ricerche direttamente sulla barra tramite faccina. Adesso queste vengono semplificate o meglio potenziate grazie all’apporto di Twitter.

Ricerche su Google con le emoji: Twitter corre in supporto

Basterà twittare una qualsiasi emoticon e taggare Google (@google). In men che non si dica si avrà una risposta. Che tempo fa, dove si trova la pizzeria o la gelateria più vicina, una canzone o i concerti in programma. Un algoritmo tradurrà l’emoji in parole, avviando la ricerca nei dintorni di ha scritto.

Google non ha fornito una lista delle emoji che si possono usare. Non c’è limite alla fantasia. Neanche sul fronte risultati. Se si twitta la mucca, la ricerca si orienta sui muggiti, mentre cinguettando il disegnino della pesca – usato anche per raffigurare il “lato B” – si viene indirizzati al testo di “Bootylicious”, la canzone delle Destiny’s Child.