attualita

Decorazioni natalizie: gli italiani scelgono la tradizione

ROMA –  Il tradizionale albero di Natale batte gli alberi di design. E’ questo uno dei risultati del sondaggio condotto da Houzz (piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e di esterni) fra gli iscritti alla sua community. Nel dettaglio, il 68% degli intervistati preferisce i classici ‘nastrini rossi’ agli alberi ‘minimal’, pur se realizzati attraverso l’arte del riciclo creativo, preferiti dal 32%. Al contrario, la fantasia si libera con il calendario dell’avvento: il 73% degli utenti della community ne realizza uno con le proprie mani, a scapito di quelli preconfezionati (27%).

Le potenzialità terapeutiche dell’effetto sorpresa

Una psicologa dell’abitare che studia il rapporto tra psiche umana e ambiente abitativo, ha commentato alla piattaforma la propria scelta a favore del calendario dell’avvento ‘home made’ sostenendo che “vale la pena perdere un pochino del nostro tempo per preparare piccole gioie quotidiane nel periodo natalizio. Questo rappresenta un piccolo progetto con le potenzialità terapeutiche dell’effetto sorpresa: ogni spunto, seppur piccolo, può fare la differenza nel concorrere a migliorare le giornate nostre e di chi ci è accanto”. Ma gli italiani si affezionano alle proprie decorazioni, oppure preferiscono seguire colori, stili e tendenze dell’anno? Il 60% degli intervistati da Houzz ha dichiarato di comprare ogni anno una decorazione nuova (tra cui: albero, luci, addobbi o centrotavola) per avere sempre un elemento diverso senza spendere troppo. Il 17%, invece, ama realizzare a mano gli addobbi e ogni anno si diverte a crearne di nuovi. Solo il 13% rinnova ogni anno completamente lo stile delle decorazioni. Mentre un 10%, molto legato alla propria tradizione, ammette di non cambiare mai i propri addobbi.

Decorazioni sì, ma dal costo ragionevole

Ma per ricreare nella propria casa lo spirito del Natale, gli italiani non badano a spese o puntano sugli acquisti intelligenti? La metà della community di Houzz sceglie le decorazioni che più li hanno colpiti purché abbiano un costo ragionevole, mentre il 23% preferisce comprare gli addobbi dopo Natale, durante gli sconti, per poi utilizzarle l’anno successivo. Il 17% invece non ha alcuna intenzione di investire del budget, ritenendo più che dignitose le decorazioni conservate in soffitta. Al di là di decorazioni e dintorni, si legge ancora nella nota, il Natale porta con sé, insieme a gioia e felicità, anche una buona dose di stress e doveri. Unica voce fuori dal coro il 25% che trova tutto “estremamente piacevole”. Per il 38%, il momento più noioso è quello di recuperare le decorazioni dalla cantina, mentre per il 20%, trovare tempo per decorare la casa è la fonte di maggior stress di questo periodo. Ancora, solo il 3% non sopporta dover discutere con la famiglia su come addobbare casa, mentre il 5% opta di non decorare la casa, evitando sensazione spiacevoli e dissapori.