fotogallery

The OA, il finale misterioso della serie rivelazione di Netflix

the oa finaleROMA – Una sorprendente rivelazione: The OA, la serie targata Netflix, è arrivata in punta di piedi sulla piattaforma di streaming, riscuotendo un enorme successo.
Il binge watching è assicurato: una puntata tira l’altra, fino all’ultimo e tanto discusso ottavo episodio.
The OA è una serie impossibile da riassumere o da tentare di spiegare.
La sensazione di non aver capito assolutamente niente sussiste nel corso di tutte le puntate, e si solidifica con l’ultimo episodio.
E proprio il finale ha spaccato il pubblico.
Chi lo ha amato, chi odiato: ma una lacrimuccia l’ha strappata a tutti.
Ma, alla fine dei conti: avete capito il misterioso finale di The OA?

Vi riportiamo un’analisi dettagliata del Business Insider, che ripercorrendo la serie, è riuscito a dare una spiegazione ad una delle serie tv più enigmatiche degli utlimi anni.
Nota: nella versione originale Prairie si chiama OA (Original Angel), trasformato in Italia con PA (Primo Angelo). Da qui il titolo della serie.

the oa serie netflixCome finisce The OA

Il climax finale della stagione è inaspettato.
Un ragazzo arriva al campus della scuola con una pistola e apre il fuoco.
L’insegnante e i quattro ragazzi sono tutti in mensa insieme, e iniziano a fare i movimenti.L’attentatore resta immobile a guardare, e un inserviente ne approfitta per saltargli addosso.
Ma dalla pistola parte un colpo. E quando la telecamera zooma fuori ci rendiamo conto che OA era in piedi fuori dalla vetrata facendo i movimenti con gli altri ed è stata colpita al petto dal proiettile.

OA viene caricata in ambulanza, guarda il gruppo dei cinque e dice: “L’avete fatto. Non vedete? Ho la volontà. Non lo sentite?”

E poi, quando l’ambulanza inizia ad andarsene, Steve sente un rumore sibilante.
E’ esattamente il suono che Hap ha descritto di aver udito quando ha realizzato che una qualche forma di coscienza lascia il corpo quando muori.

Steve dice “sta accadendo” e corre dietro l’ambulanza, urlando ad OA di portarlo con lei.
Poi tutto diventa nero e improvvisamente OA si sveglia è in una stanza molto luminosa.
Mentre lo schermo si oscura dice “Homer?”

The OA finale: ma cosa è successo?

L’interpretazione del finale dipende interamente se si è creduto o meno all’esperienza raccontata da OA.
Se ci credi, allora vuol dire che le sue premonizioni riguardavano la sparatoria a scuola e che stava inconsapevolmente preparando il gruppo dei nuovi cinque ad affrontare il “grande male”.

Sappiamo che i movimenti hanno un potere di guarigione, quindi forse i loro sforzi congiunti sono stati sufficienti per “curare” momentaneamente qualunque cosa abbia portato l’attentatore alla furia omicida.
E, probabilmente, non è una coincidenza che entrambe le due volte che abbiamo visto il quinto movimento qualcuno è stato ucciso subito dopo.

La prima volta era con Evelyn, la moglie dello sceriffo con la SLA che Hap ha costretto OA e Homer a guarire.
Evelyn mostra loro il quinto movimento, e poi, quasi subito dopo, Hap corre nella stanza e le spara.
Ecco l’intuizione di un utente di Reddit:

“[Evelyn] fa il movimento poi abbraccia il marito e viene colpita. Finisce con le mani sul cuore, proprio come le mani di OA nell’ultima scena, quando le hanno sparato. Così, forse, il quinto movimento richiede anche le mani sul cuore e di essere uccisi con un proiettile.
La morte di Prairie era probabilmente una parte essenziale del movimento per aprire il tunnel spazio-temporale e ritrovare Homer: è per questo che Steve dice “sta succedendo.”
I loro sforzi hanno funzionato, e lei ha trovato di nuovo Homer alla fine”

Ma cosa succede se la verità è molto meno fantasiosa di questo?
Che cosa succede se OA ha davvero un qualche tipo di disturbo mentale, e la sua versione della realtà non corrisponde ai fatti?
Forse, nella scena finale, OA si è svegliata all’interno di un reparto psichiatrico di un ospedale, non in una dimensione alternativa.

I pezzi del puzzle

Nell’ultima puntata abbiamo visto Alfonso entrare di nascosto in casa di OA.
Nella camera della ragazza ha trovato un violino nell’armadio e una scatola di Amazon sotto il letto.
Al suo interno, diversi libri – volumi sull’oligarchia russa, esperienze pre-morte, angeli, e una copia dell’Odissea di Omero (Homer, in inglese).

Questo potrebbe portare a credere che OA abbia inventato la sua storia per il gruppo dei cinque.

Ma ci sono anche delle spiegazioni alternative.
Sempre su Reddit, gli utenti hanno ipotizzato il convolgimento di Elias, il consulente dell’FBI da cui OA era in terapia.
Cosa ci faceva nel cuore della notte nella casa della ragazza? E perché era così preoccupato di informarsi se Alfonso fosse da solo o con altre persone?
Sarebbe stato lui, dunque, a nascondere quei libri e il violino nella stanza di OA.
Forse l’FBI non voleva che la storia della ragazza fosse credibile e Elias era lì per assicurarsi che lei non venisse presa sul serio.
Molte cose sono sospette.
OA stava parlando di Homer prima di avere avuto accesso a Internet.
Come poteva, quindi, fare un ordine online?
Inoltre, appena avuto la possibilità di collegarsi alla rete, la prima cosa che ha fatto è cercare “Homer Roberts” su YouTube.

Un finale ambiguo… intenzionale

Ma i creatori di The OA, Brit Marling (che interpreta OA) e Zal Batmanglij, hanno detto Variety che il finale ambiguo è stato intenzionale.

“Penso che ci sia qualcosa di veramente delizioso nel mistero di mettere in discussione la verità del cantastorie”, ha detto Marling.

Ci sono stati elementi della sua storia che sono veri certamente, come la sua infanzia russa (ricordate quando Abel ha registrato il suo parlare russo nel sonno?) e le cicatrici sulla schiena.
Inoltre, lo stesso Elias crede che OA sia stat imprigionata per molti anni a causa della carenza di vitamina D e altri sintomi di malnutrizione.

Il fatto che le sia tornata la vista è il punto di riferimento per quelli che le credono, ma si potrebbe confutare l’esperienza soprannaturale dicendo che la sua cecità sia stata immaginata o psicosomatica.

Quindi credi a OA?
O pensi che la serie era uno sguardo più profondo nella prospettiva di qualcuno che lotta per far fronte a un disturbo mentale?
Ad ogni modo, siamo tutti ansiosi di sentire la risposta alla domanda finale di OA: ha ritrovato il suo Homer?