attualita

Unesco, Petrocelli: riflettori puntati su Matera capitale della cultura

NAPOLI – Sarà la città di Matera, capitale europea della Cultura 2019, a ospitare nel 2018 la terza Assemblea Nazionale del Comitato Giovani della CNI per l’Unesco. Ad annunciarlo Paolo Petrocelli, presidente di Unesco Giovani, durante l’assemblea dei 300 soci che si è chiusa ieri a Napoli. Il comitato, già da quest’anno, “avvierà un percorso di iniziative strategiche che promuovono la cultura – ha spiegato Petrocelli – che porterà alla presentazione di attività importanti per il 2018, viste e concepite anche in un quadro europeo”. La decisione è stata condivisa dai delegati di Unesco Giovani con Paolo Verri, direttore della fondazione Matera – Basilicata 2019, che ha partecipato all’iniziativa dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura a Napoli, insieme a tante altre personalità di rilievo del mondo della cultura, dell’imprenditoria, del no-profit.

Assemblea annuale, oltre 300 soci da tutta Italia

“Con le istituzioni – ha commentato il presidente di Unesco Giovani – c’è stato un confronto importante. Sia quelle locali che nazionali e internazionali si sono dimostrate attente e aperte oltre che disponibili a sostenerci, affiancarci e a collaborare per realizzare progetti che sappiano impiantare il valore della cultura anche tra i più piccoli”. Il bilancio dell’Assemblea annuale che si è svolta a Napoli dal 13 al 15 gennaio, “è estremamente positivo – ha ribadito Petrocelli -, vista l’ottima partecipazione di oltre 300 soci provenienti da tutta Italia con cui abbiamo discusso sulle linee strategiche per il 2017”. Positivo anche il bilancio delle iniziative realizzare nel 2016 su tutto il territorio italiano “oltre 100 idee e progetti realizzati all’interno di scuole, accademie, università, musei, teatri”. Tra i progetti ratificati anche un Summer School per i più piccoli: “sarà un appuntamento estivo internazionale promosso dai nostri giovani Unesco per implementare ancora di più l’azione di educazione e formazione verso i giovani a i temi più cari all’Unesco, giovani che si stanno formando e inizieranno a essere trainer di altri ragazzi provenienti dal mondo delle scuole e non solo. Un’iniziativa che porteremo avanti sul territorio nazionale ma che, chiaramente, ha un occhio puntato verso l’Europea”.

Giovanni Caccamo, Ambasciatore Comitato Giovani per l’Unesco

Importante anche la nomina del cantautore 25enne, Giovanni Caccamo, come Ambasciatore del Comitato Giovani della CNI per l’Unesco. L’artista, famoso per i brani Ritornerò Da Te e Via Da Qui presentati al Festival di Sanremo, “sarà vicino ai nostri giovani – commenta Petrocelli – cui realizzerà un programma musicale per la promozione degli ideali dell’Unesco. L’obiettivo è puntare i riflettori sui siti patrimonio dell’Unesco per valorizzarli anche tra il grande pubblico, non solo dei giovanissimi”. Dopo il lancio in Italia della campagna web internazionale e dell’hashtag #UNITE4HERITAGE promossa dall’Unesco a Parigi, i giovani Unesco promettono ora di “intensificare” la propria azione in Europa. “La nostra mission – sottolinea il presidente del Comitato – è di sviluppare un’interazione sempre più forte con i giovani di altri paesi europei e del mondo per avviare un confronto serrato e proficuo nell’ottica di costruire progetti internazionale comuni e coinvolgere sempre più ragazzi. Inoltre, cercheremo di sostenere Unesco Italia sulle candidature dei beni italiani come patrimonio dell’Unesco. E’ anche un’opportunità, sia per i territori che per i giovani, di crescere”.