Di questa violenza poche persone ne sono a conoscenza…

Buonasera sto ancora valutando da quale specialista andare perché devo cercarlo da sola nessuno mi può dare in mano dato che di questa violenza poche persone ne sono a conoscenza.
Lo stalking riguarda il passato per fortuna.
La violenza sessuale mi ha cambiata ho decisamente capito chi avevo di fronte forse quando uscivo con quel ragazzo mi piaceva tantissimo, avevo la testa tra le nuvole senza capire che in realtà quella frequentazione mi faceva vivere in ansia.  Lui è nel gruppo della mia compagnia non uscire con loro più solo per via di lui non mi sembra giusto.
Mi dispiace solo per i miei amici non per lui.
Cordiali saluti

Anonima


Cara Anonima,
se non te la senti non è necessario parlare subito in famiglia di ciò che ti è capitato, ma puoi comunque riferire ai tuoi genitori la tua necessità di trovare uno spazio dove fare un percorso personale perchè in questo particolare momento ne senti il bisogno.
Noi siamo certi che i tuoi saranno pronti a sostenerti in questa scelta, inoltre ricorda che lo psicologo è tenuto al segreto professionale quindi è deve tutelare la tua privacy in ogni modo, se poi ti sentirai pronta sarà lui a sostenerti nel comunicarlo, ma la decisione spetta a te.
Riguardo al ragazzo in questione, il fatto che sia nel gruppo e che continui a farti violenza psicologica con ripetuti ammiccamenti ci fa pensare che esserne uscito impunito da questa orribile situazione lo faccia sentire ancora più forte oppure, ancora peggio, è possibile che non si sia reso conto di quanto sia grave ciò che ha fatto.
Se non te la senti di allontanarti dal gruppo puoi provare a parlare chiaro con lui, magari con l’aiuto di qualcuno di cui ti fidi, e esortarlo vivamente a cessare i suoi comportamenti e/o potresti provare a far capire ai tuoi amici che razza di persona sia, a quel punto sarà il gruppo a allontanarlo automaticamente.
Capiamo che non sia facile, in queste situazioni c’è sempre il timore di non essere creduti, ci si sente responsabili di quanto accaduto e poi è sempre la propria parola contro quella dell’altro, ma è solo con un grande coraggio che si cambiano le cose, e le tue parole in questi mesi ci fanno pensare che in fondo tu vorresti fare qualcosa.
Cosa ne pendi?
Un caro saluto!