tech

Dal Giappone con furore arriva Rafre, lo smartphone lavabile

smartphone lavabileROMA – Batteri, microbi e polvere addio. Dal Giappone arriva con furore Rafre, lo smartphone lavabile.

Lanciato dalla compagnia Kyocera, si tratta del primo modello di telefono resistente all’acqua. Ma veramente. Tanti i modelli, di marche ben più note, hanno raggiunto il mercato con la fama di essere indistruttibili anche da bagnati. La realtà, però, spesso è ben diversa e – per un errore (quanti telefoni caduti dentro al water tanto per citarne uno) – ci si può trovare senza telefono in pochi minuti.

Lo smartphone giapponese, invece, può essere lavato come qualsiasi altro utensile da cucina. Con acqua fredda o calda. Con sapone per i piatti o bagnoschiuma. Le modalità non sono importanti perché il risultato non cambia. Magari lo si potrebbe lavare anche sotto la doccia. Lo smartphone sarà acquistabile da Marzo nei negozi giapponesi e sarà disponibile in tre diverse colorazioni: bianco, celeste e rosa pallido.

Rafre, lo smartphone lavabile. Le caratteristiche tecniche

Ma cosa rende speciale questo nuovo smartphone di Kyocera. In pratica, è stato rimosso lo speaker per la ricezione delle chiamate per evitare l’ingresso di acqua e polvere. Il suono viene trasmesso – sfruttando la tecnologia Smart Sonic Receiver – attraverso il display da cinque pollici con risoluzione HD.

Il telefono ha due giga di RAM con sistema operativo Android Nougat 7.0. La memoria interna del dispositivo ha, invece, uno spazio di 16 giga espandibili a 200 tramite una micro scheda SD. Lo smartphone è inoltre dotato di due camere, quella principale da 13 megapixel e una frontale da 5. La batteria è da 3000 mAh.

Vista la possibilità di usarlo in cucina senza rischi, nel device è stata inserita un’app apposita per chi ama cucinare. Tra le funzionalità messe a disposizione, ci saranno un timer, la possibilità di rispondere alle chiamate con i gesti senza la necessità di alcun tocco e un archivio di ricette da consultare. In ogni caso mani sporche di farina, olio e acqua non saranno più un problema.