tech

Twitter vende l’hashtag Sanremo2017 a Tim. Polemiche sul logo della compagnia telefonica

hashtag sanremoROMA –  Il Festival non è ancora iniziato ma già la prima polemica è arrivata. Tutta colpa di Twitter che ha venduto l’hashtag Sanremo2017 a Tim, main sponsor della kermesse. È così che, a poche ore dall’inizio della gara musicale, gli utenti hanno visto apparire il logo della compagnia telefonica accanto all’hashtag ufficiale.

Twitter vende l’hashtag Sanremo2017

Per la versione italiana della piattaforma di microblogging si tratta di una prima volta. Il mondo della pubblicità, infatti, non si era mai unito ad un hashtag.  E la prima volta ha fatto discutere. Il logo di Tim, infatti, non è passato inosservato. Anzi sono stati tanti i tweet di protesta contro un meccanismo di marketing che sfrutta le conversazioni degli utenti. Ognuno di noi, infatti, diventa una sorta di messaggero del prodotto pubblicitario e lo sparge nella rete. Un meccanismo, quasi inconsapevole, a cui è difficile sfuggire. E la visibilità data a Tim è anche maggiore se si pensa che tutti i cantanti in gara hanno utilizzato e continuano ad utilizzare l’hashtag.

È così che qualcuno ha proposto di boicottare l’operazione di monetizzazione. Per evitare la comparsa del logo meglio usare l’hashtag #Sanremo17. D’altra parte, invece, c’è chi parla di un adeguamento che le aziende stanno mettendo in atto. Un adeguamento che segue lo strapotere che i social network hanno ottenuto oggi. Tim, quindi, non avrebbe fatto nulla di speciale se non cavalcare l’onda e trarre profitto dalla cosa. Un obiettivo di ogni azienda, perciò nulla di illecito.

Fatto sta che il popolo rimane sovrano e se l’hashtag ufficiale verrà boicottato per Tim non sarà una vittoria al 100%. Anche, nel bene e nel male, tutti ne parlano.