Addio ad Al Jarreau, leggenda del jazz e r&b. La sua voce uno strumento musicale

ROMA – Un altro grande della musica mondiale ci ha lasciato. Parliamo di Al Jarreau, vera e propria leggenda della musica jazz e r&b. Lo scorso 9 febbraio, dopo il ricovero in un ospedale di Los Angeles, Al Jarreau aveva cancellato tutti i suoi concerti.

Al Jarreau, una carriera come pochi

La notizia della sua morte è stata data, oggi, dal suo portavoce, Joe Gordon che non ha voluto precisare i motivi della scomparsa. Impossibile ripercorrere in poche battute la straordinaria carriera dell’artista. Basta forse ricordare che è stato l’unico artista ad aver vinto tre Grammy Award in tre diverse categorie: jazz, pop e r&b. Nel 2012 fu anche ospite al festival di Sanremo. In quell’occasione interpretò la versione internazionale di “Parla più piano”, il tema della colonna sonora del film Il Padrino.

Al Jarreau, la voce del jazz

Al Jarreau ci ha lasciato a 76 anni. La sua, una vita passata sulle tavole dei palcoscenici di tutto il mondo. La consacrazione verso la fine degli ’70. Era, per l’esattezza, il 1977 quando il doppio live “Look To The Raimbow” si aggiudicò il Grammy per il miglior album di jazz vocale. Al Jarreau usava la sua voce come un vero e proprio strumento musicale. Momorabili le sue performance live quando trasformava la voce in assolli di strumenti a percussione. In particolare la strepitosa versione di “Take Five”, il più celebre 5/4 della storia del jazz, divento’ un vero e proprio “cult”. Proprio come la sua “incursione” in “Back On The Block”, l’album manifesto di Quincy Jones del 1985. Fu proprio Jones a volere Al Jarreau come una delle voci soliste di “We Are The World”.

Al Jarreau, esempio per i giovani

Sul sito Internet ufficiale dell’artista un lungo ricordo postato, con molta probabilità, dallo stesso portavoce. Toccante l’appello del cantante ai giovani. “Al vi vuole chiedere un favore”, si legge sulla pagine. “Trovate un’arte che sapete fare con passione e fatela. Con l’arte nella vostra vita, sarete una persona migliore per la vostra famiglia, per il vostro quartiere, per i vostri amici, per la vostra città”.