Ho avuto due rapporti non protetti inizialmente. Corro qualche rischio?...

Ho avuto due rapporti non protetti inizialmente. Corro qualche rischio?…

Salve, le scrivo perché sono un po’ in ansia. Ieri ho avuto due rapporti con il mio partner inizialmente non protetti ma solo per alcuni secondi poiché utilizziamo sempre il profilattico e nonostante ciò lui eiacula sempre fuori. La mia preoccupazione riguarda il liquido pre-eiaculatorio, visto che è probabile che contenga spermatozoi non vorrei che possa correre il rischio di essere rimasta incinta perché l’ovulazione dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. Inoltre lui tra un rapporto e l’altro ha orinato quindi nel liquido pre-eiaculatorio del secondo rapporto non dovrebbero esserci residui. Aggiungo anche che per lui era la quarta eiaculazione della giornata, quindi pur essendoci degli spermatozoi dovrebbero essere meno fertili. Oggi accusavo dolore alla parte bassa della schiena, simile al dolore di quando ho le mestruazioni e non capisco se possa essere un sintomo oppure no.
Corro qualche rischio secondo lei? La prego aspetto con ansia una sua risposta, cordiali saluti

Eli 97 , 19 anni


Cara Eli 97,
per rispondere alla tua domanda dobbiamo prima fare un po di chiarezza su alcune informazioni.
Per un concepimento è necessario che avvenga un’eiaculazione interna alla vagina nei giorni fertili di una donna; orientativamente tale periodo si colloca tra l’undicesimo e il diciannovesimo giorno del ciclo (iniziando a contare dal primo giorno della mestruazione).
Il liquido pre-seminale sembrerebbe non essere in grado di fecondare una donna e quindi non dovrebbe destare particolari preoccupazioni.
Tuttavia, se ci sono stati rapporti consecutivi, dove vi è stata almeno una prima eiaculazione (anche se nel profilattico) e successivamente una penetrazione non protetta questa potrebbe determinare una condizione di potenziale rischio.
Infatti, non è tanto il liquido pre-eiaculatorio che dovrebbe generare pensieri ma proprio i residui di liquido seminale che potrebbero essere rimasti alla base del pene ed essere rilasciati in un momento successivo.
Il solo lavaggio e l’atto di urinare sembrerebbero non bastare ad escludere completamente questa condizione.
Con questo non vogliamo allarmarti e affermare che sicuramente è presente un rischio ma allo stesso tempo non è possibile non considerare anche questa eventualità.
Il dolore alla schiena è una manifestazione molto generica riferibile a più condizioni ma potrebbe comunque appartenere all’arrivo del ciclo mestruale.
Speriamo di averti fornito informazioni utili; torna a scriverci se ne senti il bisogno.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it